martedì 28 dicembre 2010

Manoscritto completato!

Tre giorni di ritardo.

Non saremo in tre tra nove mesi, sto parlando di tre giorni di ritardo sulla data presunta di consegna del manoscritto. Ho appena finito la prima stesura del mio primo romanzo. Adesso, in questo stesso istante.
Quando alla fine dell'estate mi si chiedeva quando prevedevo di finire il tutto, io rispondevo fiduciosa "se continuo così conto di finire per Natale" e vedevo davanti a me facce sconvolte. Perchè? Solo Stephen King può avere il dono della grafomania?
Ed eccomi qui, al 29 dicembre, con un file di 210 cartelle da spedire in copisteria per una stampa ed una rilegatura a caldo. Tre miseri giorni di ritardo sulla tabella di marcia: tiè.
Ovviamente il tutto è da riscrivere completamente, perchè ci sono passaggi da migliorare, parti da ottimizzare, ritmi che non sono stati sempre mantenuti, ma sono comunque molto soddisfatta della tempistica.

Sento tuttavia un certo disagio a pronunciare le parole "manoscritto finito". E' come quando finisce un bel film e tu sei soddisfatta del finale, ma vorresti che quel film andasse avanti ancora e ancora e ancora. Ma al massimo puoi ricominciare da capo e vedere cose già viste.
E' come se i personaggi facessero parte della mia vita, come degli amici che ho appena conosciuto e dai quali non mi voglio separare così presto. La protagonista ormai vive da mesi dentro la mia testa ed inizia a trovarcisi bene. Ed io con lei. Sono a disagio all'idea di separarmene perchè è diventata grande e tra un po' sarà pronta per affrontare il mondo anche senza di me.
Cosa succederà quando questo piccolo mondo, che attualmente esiste solo all'interno della chiavetta usb, verrà svelato? Piacerà? Verrà criticato? I miei personaggi ci rimarrebbero veramente male e non avrebbero di sicuro più il coraggio di mostrarsi in pubblico. Io li conosco, so che sono capaci di grandi gesti di amicizia, sono socievoli, ma sono anche molto sensibili e ci rimarrebbero secchi se capissero di non essere graditi.

Attualmente ho per fortuna per la testa mille altre cose a cui pensare, o per lo meno ho mille spunti da dare al mio aspirante agente, alias il mio fantastico ragazzo, che mi sostiene come nessun altro potrebbe mai fare in questo sogno adolescenziale.
Per prima cosa, per poter riscrivere e correggere il manoscritto, ho bisogno di vederlo stampato e dovrò per forza di cose inviarlo ad una copisteria per una stampa ed una rilegatura a caldo. Questo significa che per la prima volta il file uscirà dalla chiavetta diretto al destinatario "mondo". Non voglio peccare di presunzione, ma questo manoscritto mi è costato una fatica boia, sere in cui avrei potuto fare altro, pause pranzo davanti al pc con fuori un sole che spaccava le pietre, e mi incazzerei veramente tanto se dovessi scoprire che qualcuno si appropria anche solo di una frase che c'è scritta sopra. Così come diventerei una jena a sapere che, anche nel sito dedicato alle dieci cose più brutte del mondo, ne è stato pubblicato un pezzetto.
Cosa si deve fare in questi casi? Come proteggere il frutto di tanto lavoro?
Non so proprio da che parte cominciare.
Intanto non vedo l'ora di sfogliarlo.

La Redazione

8 commenti:

  1. Innanzitutto CONGRATULAZIONI! Sono proprio fiera di te, il modo in cui i personaggi hanno preso vita nella tua testa fa di te una vera e propria scrittrice, complimenti!
    Per quanto riguarda la protezione dei diritti d'autore devi iscriverti alla SIAE e depositare il manoscritto. Chiamali, sicuramente ti sapranno spiegare come fare.
    Se piacerà o meno...quello non dipende nemmeno da te a mio avviso, ognuno ha i suoi gusti, a qualcuno piacerà a qualcun'altro no, chissene!
    In bocca al lupo!

    RispondiElimina
  2. Grazie mille!
    Spero veramente che questa avventura possa trovare un lieto fine...
    Ti ringrazio moltissimo per il consiglio, che seguirò domani mattina stessa. Non vedo ,l'ora di sapere che cosa fare...

    RispondiElimina
  3. Complimenti, Complimenti, Complimenti! Concordo in pieno con CosmoGirl... scrittrice, al 100%
    Spero proprio (e te lo auguro di cuore) che la tua "fatica" piaccia... non vedo l'ora di leggerla.
    Per quel che riguarda i diritti? La Siae - come già detto - è sicuramente la via più sicura e conosciuta... in alternativa?!? (strada perlopiù intrapresa perché poco dispendiosa... rispetto al deposito del manoscritto, che comunque - come tu stessa dici - dovrai riscrivere e ridepositare, una volta aggiustato)è l'invio a te stessa tramite poste italiane. Vai in un qualsiasi ufficio postale e dici di voler avere la data certa sul documento (loro apporranno un timbro sulla prima pagina, che sarà testimonianza che - al tal giorno - tu eri già in possesso di 210 cartelle... nessuno potrà rubarti nulla), dopodiché spedirai a te stessa il documento tramite raccomandata, con un imballo (non so come si chiama, ma quando lo chiedo mi capiscono) che non sia la semplice busta gialla e che sia apposita per documenti importanti che devono essere conservati... negli anni questa tua busta non dovrà essere mai aperta... (salvo il caso in cui dovrai dimostrare di essere la genitrice dell'opera).
    In questo modo potrai dormire sonni tranquilli, riscrivere la tua opera come già mi sembra di aver capito che pensi di fare e - una volta arrivata ad avere l'ultimissima stesura in mano - ripetere l'operazione (o, in tal caso, affidarsi alla Siae)... ciò che so è che dopo un tot di anni la Siae cessa il deposito, dovrai ripetere il tutto, se vorrai mantenerti tutelata... con l'invio a te stessa, a patto di conservare benissimo il pacco (integro!!!!), ciò non succede. Spero di esserti stata d'aiuto... Quindi, passando di qui per gli Auguri... Ti Auguro un 2011 ricco di soddisfazioni, colmo di nuovi spunti e pieno di grinta (sia davanti al pc, che non). A prestissimo, spero. Mi terrò aggiornata sulle tue novità.

    PS: per qualunque chiarimento... sono a disposizione!

    RispondiElimina
  4. Grazie infinite per la spiegazione, Elisa.
    Ho risolto il problema della prima stampa prendendo in prestito la stampante di mio suocero (anche se lui non lo sa ancora perchè è in ferie. eheh...). Ora che ho la prima stampa andrò all'ufficio postale e nel pomeriggio chiamerò anche la Siae.
    Nel caso avessi informazioni più dettagliate vi farò sapere ragazze!
    Intanto vi abbraccio e auguro anche a voi un fantastico anno pieno di creatività!

    RispondiElimina
  5. Ho sentito parlare anch'io dell'utilizzo della raccomandata ma onestamente non sono un'esperta quindi non saprei dire qual'è la cosa migliore. Elisa mi sembra molto più informata!
    Comunque facci sapere!
    Intanto ti auguro un fantastico anno che possa realizzare i tuoi sogni!

    RispondiElimina
  6. Grazie CosmoGirl, ricambio di cuore gli auguri per un fantastico anno nuovo!
    In effetti Elisa è informatissima. Sono appena stata a visitare il suo blog (non riesco a pubblicarci commenti: che succede? Il blog mi restituisce un messaggio di errore...) e ho scoperto che lei è un'esperta! COMPLIMENTI ELISA per il bellissimo traguardi raggiunto!!! Ora sei diventata ufficialmente una mentore, sappilo...
    Mi sa in ogni caso, ragazze, che percorrerò entrambe le strade, giusto per andare sul sicuro...
    Baci a tutte

    RispondiElimina
  7. Ciao!
    Grazie per i complimenti, sono felice che sei passata. Non puoi lasciare commenti? Mi spiace... sei la prima persona che mi segnala una cosa del genere, non saprei cosa dire... (per qualunque cosa, prova ad usare la mail, semmai). Spero di esserti stata d'aiuto sul discorso della raccomandata, ma... non è il caso che tu mi prenda per chissà chi... da tempo coltivo un sogno nel cassetto, tutto qui... per quel che posso, cerco di avere qualche piccola soddisfazione e - per tutto il resto - ho solo letto qualche pubblicazione per aspiranti scrittori (da dove ho potuto ricavare qualche preziosa informazione come quella sulla raccomandata, di cui poi ho avuto conferma della validità all'ufficio postale)... sono felice di aver conosciuto anche tramite il Blog qualcuno che condivida la mia stessa gioia dello scrivere...
    Aspetto notizie su come procede... vorrei tanto poter leggere sin d'ora ciò che hai scritto, la curiosità mi logora. Per il momento, però, ti abbraccio e rinnovo i miei migliori auguri, a presto.

    RispondiElimina
  8. Ciao Elisa,
    ti ringrazio ancora per le info. Di che pubblicazioni parli? Sono veramente un'ignorante in materia.
    Per quanto riguarda leggere ciò che ho scritto, sto pensando, ma è ancora un'idea, di costituire una specie di focus group di un paio di persone fidate a cui far leggere il manoscritto rivisto. Non so, sono ancora indecisa su questo punto...
    Buon inizio anno a tutte voi, ragazze, e grazie infinite per il vostro sostegno!

    RispondiElimina

Taccodieci wants you!
Lascia un commento...