domenica 6 febbraio 2011

Da provincialotta a stylish con un click

Questo premio assegnato da Cosmo Girl non potrebbe arrivare in un momento migliore, o peggiore, a seconda della prospettiva dalla quale si guarda la mia condizione attuale. Tanto per farvela breve, da venerdì pomeriggio sono bloccata sul divano con la febbre alta. Il fatto che statisticamente altri 37.000 veneti stiano condividendo la mia sorte non consola. Se fosse vero che "mal comune, mezzo gaudio", ora dovrei come minimo ballare mezza nuda e del tutto sbronza su di un tavolo con un Mojito in mano dalla contentezza. Ovviamente non è così.
Solo gli sfigati si ammalano di venerdì pomeriggio, giocandosi tutto il weekend e riuscendo al massimo a scroccare un paio di giorni di malattia all'inizio della settimana successiva.
Per questo motivo il premio ci voleva proprio per risollevare un morale a terra e per rialzarlo da un sudario di Kleenex: grazie infinite, Cosmo Girl! Ma soprattutto grazie per le belle parole che hai avuto per me nel tuo blog. Mi hai chiamata "scrittrice" e hai lusingato enormemente il mio già spropositato ego, ma soprattutto hai detto che senti tra noi una certa affinità. Questo non potrebbe farmi più piacere, dal momento che ammiro molto il tuo stile pungente, ironico e mai scontato, tant'è che credo potresti essere la sorella separata alla nascita di Candace Bushnell (a proposito, il tuo blog mi ha fatto venire una voglia matta di vedere Sex and the City).
E ora passiamo alla parte pizzosa, ovvero ai sette segreti più indicibili della mia scandalosa vita privata.

1) Una volta, quando avevo circa 20 anni (cioè non proprio una vita fa, intendiamoci) un'amica mi accusò di essere uscita con il suo ragazzo, un fantastico batterista. Negai fino alla morte, ma... era vero. Tutto vero. Visto poi com'è andata a finire l'amicizia con lei poco tempo dopo, per altri motivi, ho smesso da tempo di pentirmi di quella sordida azione. Sono fermamente convinta che ne valesse la pena: lui era semplicemente bellissimo e ci sono treni che non passano spesso nella vita. E poi, cercate di capirmi, ero appena stata scaricata dopo quattro anni per una corniciaia dalle cosce secolari: naturale che fossi convinta che l'ipocrisia fosse la chiave per il successo, no?

2) Sono maniaca dell'ordine e della pulizia. Mio fratello mi chiama "nostra signora delle pattine" perchè in pratica costringo chiunque entri in casa nostra ad indossarle non appena varca la soglia. E che diamine, sono una donna che lavora, non posso stare a passare il mocio ogni santo giorno...

3) Non sopporto le donne che si sentono perdute senza la prospettiva di una carriera. Conosco donne che preferirebbero farsi amputare un braccio piuttosto che non lavorare e rimanere a casa ad accudire una famiglia. Io invece darei un braccio perchè un solo stipendio bastasse a far crescere tanti bambini sereni e per poter evitare, un giorno, che la babysitter mi invii tramite webcam in ufficio la prima parola di mio figlio.

4) Non riesco ad accettare che il mio corpo cambi. Un giorno considero le rughette d'espressione e quel maledetto capello bianco come un tratto distintivo di saggezza e (perchè no?) classe, il giorno dopo vorrei gonfiarmi di botox fino a scoppiare. Ma non lo farò, tranquilli, perchè so che il mio ragazzo, molto più saggio di me, fuggirebbe inorridito a gambe levate vedendomi tesa come una mongolfiera. E ovviamente io cambierei idea un secondo dopo e mi farei schifo.

5) Sono un caso clinico di lunaticità. Sono capacissima di svegliarmi incazzata come una jena, farmi passare la luna con brioche e cappuccino, mandare a quel paese tutti prima di pranzo e chiedere scusa in lacrime nel giro di un paio d'ore, commuovermi guardando Casper dopo cena e stritolare il mio ragazzo sotto le coperte prima di dormire presa dall'inspiegabile angoscia di poterlo perdere da un momento all'altro. Nel caso ve lo steste chiedendo: no, non è affatto divertente vivere così.

6) I segreti mi danno fastidio, soprattutto quando mi vengono rivelati. Non sono mai stata inespugnabile come Fort Knox e non ho mai preteso di esserlo, quindi mi irrita moltissimo quando qualcuno mi confida un segreto pregandomi di non divulgarlo. Chiunque mi conosca almeno un pochino sa che sono un colabrodo, che proprio non ce la faccio a fare la finta tonta, quindi confidarmi un segreto che inevitabilmente sarà sulla bocca di tutti significa volermi far fare deliberatamente la figura della stronza.

7) Mi capitano ogni giorno cose incredibili e vivo coincidenze degne di una sceneggiatura. Mettiamo ad esempio che ad un mio amico parta inavvertitamente una telefonata mentre sta facendo sesso: a chi pensate squillerà il telefono dall'altra parte? Eh sì, a me. E mettiamo caso che cambi lavoro: chi potrebbe essere la mia simpatica (davvero, non ironico!) dirimpettaia di scrivania? Una delle migliori amiche del mio ex, ovviamente (sempre quello della corniciaia, vedi punto 1). E via di seguito. Nemmeno questo è piacevole.

E ora, rullo di tamburi... Vediamo a chi assegnare a mia volta il premio. Premetto che non credo arriverò a 10 blog, perchè (questo è il mio ottavo segreto indicibile, una specie di inutile bonus track) sono molto selettiva. Mi dispiace non poterlo riassegnare a Cosmo Girl, perchè se lo meritebbe tutto.

- Il princess pensiero dell'amica di sempre, Sabrina. Ironica, simpatica e capace di vedere sempre tutto da prospettive incredibili.
- Birra e sentimenti, perchè da quando ho conosciuto Birretta è una specie di droga: non ne posso fare a meno. E poi lei ha un dono che io non ho: dipingere un quadro intero in dieci righe.
- Il rumore dei tasti di Elisa, perchè è una bravissima scrittrice e spero che trovi, in tutti gli ambiti creativi in cui opera, la soddisfazione che merita.
- Il mondo di Puppy and friends, il simpatico pisellino verde di la Bohemien. La mia cara amica ha le mani fatate: trasforma qualsiasi cosa in magia e le sue creazioni hanno dell'incredibile. Ad esempio ho un paio di orecchini fatti da lei che suscitano inevitabilmente complimenti ogni volta che li indosso.
- Ma che, davvero? Un blog che mi fa cappottare dalle risate, ma che dice delle vere verità che poche donne avrebbero il coraggio di dire. Splendido esempio di un blog utile per condividere e capire che "nessuno nasce imparato".

Beh, cosa fate ancora qui? Su, forza: a leggere!

La Redazione

10 commenti:

  1. Wow!
    Se le dita fossero voce, adesso incespicherebbero sui tasti. questo premio - forse banale a dirsi, ma... vero - mi ha emozionata!
    Ti ringrazio moltissimo... sono onoratissima di rientrare nella tua ristretta cerchia di selezionati e - al tempo stesso - dispiaciuta di non poterti dare il premio a mia volta (spero mi sia almeno concessa una "consegna morale" :-) come sempre, leggerti è divertimento puro...
    Mi spiace di saperti "indaffarata" con l'influenza... spero passi presto. Ti ringrazio di nuovo per tutto. Domani - promesso - mi metterò a stilare l'elenco dei miei sette segreti (mi concedo una notte per pensarci su) ed indicherò i miei nomi. A presto.

    RispondiElimina
  2. grazie cava :) ma me lo merito?! tu te ne meriteresti almeno una decina!! ;)

    RispondiElimina
  3. Ma che bello!!! sei fantastica!! grazie grazie grazie... (Applausi di sottofondo mentre ritiro il premio e saluto con la manina gli spettatori. In una mano il premio, nell'altra una birra)
    Ehi come va la tua influenza? Ribeccati.

    RispondiElimina
  4. E dal Libano sono passata a dare una sbirciatina anch'io, complimenti, molto carino il tuo blog, ti leggerò ancora!

    RispondiElimina
  5. Ragazze, è trascorsa appena una notte e già mi avete risposto in così tante!
    Ebbene sì, il premio ve lo meritate tutte, perchè siete tutte fantastiche e ci state mettendo impegno ed entusiasmo. E poi avete degli stili diversissimi tra loro, ma incredibili.
    Un benvenuto a the siren: mi sento onorata ad avere una lettrice che mi segue da così lontano! Grazie!

    RispondiElimina
  6. Mi sono dimenticata di invitarti a prendere un caffè da me: www.thesirenbyangelina.blogspot.com
    Teniamoci in contatto, ok? Ciao!

    RispondiElimina
  7. Wow, TU hai scritto delle cose bellissime su di me, cara la mia scrittrice(ora che so l'effetto che ti fa te lo dirò spesso!!). Posso copiare una frase e citarti sul mio blog nella sezione "dicono di me?"

    Devo dire che dopo aver letto questi 7 punti mi piaci ancora di più!
    Condivido il punto 1, i batteristi meritano, hai fatto bene a non lasciartelo scappare!
    Purtroppo condivido anche il punto 5 e so benissimo che non è affatto divertente vivere così! Un continuo Tagadà emotivo che ti sfinisce...quasi quasi ci scrivo un post! :)

    Un abbraccio grande

    Ah dimenticavo...posso dirti un segreto?? :D

    RispondiElimina
  8. Basta, basta, così mi farai ingrassare, eheh!
    Anche tu continuamente sulla giostra? Non vedo l'ora di leggere il tuo post in proposito!
    A prestissimo!

    PS: ceeeerto che puoi raccontarmi un segreto... se poi sei pronta a vederlo scritto su una t-shirt. :-)

    RispondiElimina
  9. E tu sei pronta poi a sentirti una stronza?) ahahahaha
    Il post è in lavorazione, vedremo cosa ne esce!
    Ciaoooooooo!

    RispondiElimina

Taccodieci wants you!
Lascia un commento...