lunedì 28 febbraio 2011

Gli uomini e l'inafferrabile concetto di pulizia

Settimana 1

E' sabato mattina e mi trascino come una zombie in pigiama rosa sul divano. Sono febbricitante e molto in[@##@t@ perchè sono febbricitante proprio di sabato mattina. Mi fanno male le ossa, ho zero voglia di ingurgitare alcunchè ed in due parole sto da schifo.
Il mio fantastico fidanzato (di seguito FF) mi si avvicina festante: "evvai, oggi che stai male saltiamo le pulizie!".
Ed io: "no, amore. L'esclamazione corretta sarebbe dovuta essere: amore mio, visto che tu stai male stai pure sdraiata sul divano e riposa, che ci penso io a pulire casa".
Come va a finire: pulisco casa tutta febbricitante mentre lui è all'allenamento di boxe.
Settimana 2
Weekend in montagna con i suoceri per sistemare alcune questioni. E' venerdì pomeriggio. Il mio FF mi si avvicina festante uscendosene con un "evvai! Questo weekend che non ci siamo si saltano le pulizie!".
Come va a finire: ovviamente lo costringo sotto minaccia di torture indicibili a darmi una mano a pulire casa venerdì sera. Dal momento che lavoriamo tutto il giorno per tutta la settimana, non esiste che domenica sera torni a casa dopo due giorni di giardinaggio e sistemazione tegole e debba pensare anche a pulire, non vi pare?
Settimana 3
Weekend in montagna con gli amici. E' giovedì ed il mio FF mi si avvicina timoroso, con lo sguardo da gatto con gli stivali: "non è che domani sera mi tocca pulire, vero?".
Come va a finire: mi faccio prendere dalla compassione, prendo un pomeriggio di permesso dal lavoro e pulisco casa, faccio il bucato, preparo le valigie e la cena che dovrò portare in montagna il giorno successivo, da mangiare con gli amici. Canederli e crostata di zucchine, nientemeno.
Morale della vicenda: se lasciato a se stesso, mio FF non avrebbe pulito casa, tazza del water compresa, per almeno tre settimane di fila.

Il caso del collega
Pausa pranzo. Un collega si ricorda, a voce alta, di togliere la borsa da palestra dal bagagliaio e di portarla in casa. Mi intrometto nel monologo dicendo che sì, effettivamente la biancheria sporca andrebbe lavata, perchè se rimane chiusa anche per un solo giorno nel borsone rischia di trasformarsi in una gora dell'eterno fetore in miniatura. Il collega mi risponde che si dimentica quella borsa piena di biancheria intrisa di sudore nel bagagliaio ormai da TRE MESI. A quel punto gli faccio notare come l'apertura del borsone potrebbe compromettere la sopravvivenza di un ecosistema con forme di vita intelligenti arrivate ormai all'età del ferro.
Gli uomini non vedono lo sporco, c'è poco da fare. Per loro è uguale camminare scalzi in una valle verde o su di un tappeto di briciole di toast. Loro non si accorgono se in un gruppo di amici creano il vuoto intorno indossando una t-shirt sopravvissuta ad una intera settimana di allenamenti, no.
Se importasse loro qualcosa della pulizia, direbbero "vado a fare la doccia" e non "vado a darmi una sciacquata".
Che poi, avete mai visto un uomo lavarsi i piedi sotto la doccia? E per lavarsi i piedi intendo mettere del sapone sulle mani e passarlo sul piede destro e quello sinistro in maniera consapevole? Macchè. I piedi degli uomini, letteralmente, si sciacquano. Al massimo vengono percorsi fuggevolmente dal sapone che cola giù dal resto del corpo. In definitiva i piedi degli uomini non si lavano. Mai.
Non c'è differenza tra la pulizia dell'ambiente circostante e quella personale. Non credo si tratti di pigrizia o di menefreghismo, quanto piuttosto di una forma gravissima di cecità selettiva. O siamo noi donne a soffrire di una forma gravissima di super-vista in grado di localizzare anche i germi più nascosti? Non penso. Non penso che le briciole sul pavimento siano un'opinione.
Il fenomeno costituisce un'ulteriore prova del fatto che i due sessi siano necessari alla sopravvivenza della specie. Non tanto per una questione di procreazione, quanto perchè senza la donna l'uomo si sarebbe estinto di raffreddore ancora ai bagliori della storia dell’umanità.

La Redazione

8 commenti:

  1. Mi permetto di commentare: non tutti gli uomini sono così, e non parlo solo di me, ma anche di altri 2-3 amici che come me alla pulizia e all'ordine (spesso estremo e maniacale) ci tengono... per la serie io il sabato mattina vado in ufficio per PULIRE LA MIA POSTAZIONE (cosa che non mi spetterebbe visto che in teoria paghiamo una ditta di pulizie)! Saluti! ;)

    RispondiElimina
  2. Ciao Mister Colorado,
    sono contentissima che proprio tu, uomo, sia il primo a commentare ed a smentirmi. Ci dovrebbe sempre essere un uomo che, quando una donna si fa prendere dallo sconforto, le ricordi di non fare di tutta l'erba un fascio e le dimostri che si sta sbagliando.
    Spero che tu sia qui a smentirmi spesso quando mi capita di scoraggiarmi e di sparare a zero sull'universo maschile.
    A presto!

    PS: ma come mai pagate una ditta di pulizie? Mi pare ingiusto che poi la tua postazione sia da pulire comunque... Sei tu che sei maniacale oppure veramente puliscono da schifo?

    RispondiElimina
  3. Entrambe! O meglio, passano una volta a settimana, ossia non puliscono una mazza. In aggiunta sono io che spesso per evitare che nella scrivania si formino pile infinite di fogli e cartelline con pratiche da fare, prefesrisco mettere ordine ;)

    RispondiElimina
  4. Non ho parole se non: complimenti!
    E cambiare impresa di pulizie?

    RispondiElimina
  5. Infatti... ma purtroppo sono scelte che non dipendono da me!

    RispondiElimina
  6. E' vero non sono tutti uguali (per fortuna aggiungerei) ma è anche vero che la tendenza è quella che tu descrivi. Come sempre l'ideale sta nel mezzo, ossia non rinunciare a godersi la vita per pulire come a volte facciamo ma evitare di vivere in un letamaio come invece farebbero loro!
    Detto questo, "la gora dell'eterno fetore"??
    Sarà mica che anche tu sei una dei pochi che ha visto Labirinth??

    RispondiElimina
  7. Labirinth è stato una costante nella mia infanzia, l'avrò guardato almeno un milione di volte!

    RispondiElimina
  8. Toh una passione in comune! :)

    RispondiElimina

Taccodieci wants you!
Lascia un commento...