lunedì 21 marzo 2011

Discorsi profondi

- In questo periodo sto perdendo un po' troppi capelli. Che stia arrivando la primavera?
- Mah, più che altro, secondo me, è l'effetto di tutte queste schifezze nell'aria. Sai, le polluzioni...
- Polluzioni notturne?!?
- Ma no, che dici. Non mi veniva in mente il termine italiano, così ho fatto una traduzione sommaria dall'inglese*.
- Intendevi l'inquinamento?
- Sì, quello.
- A proposito, è un sacco di tempo che non faccio sogni erotici. Chissà come mai... Che figata i sogni erotici.
- Forse non hai più bisogno di fare sogni erotici.
- Quindi, secondo te, i sogni erotici hanno una funzione?
- Può essere.
- Che sfiga. Non possono essere come tutti gli altri sogni, cioè capitarti come argomento random tra tutti gli altri sogni?
- Sarebbe bello. Io ne faccio, di sogni erotici. Tu chi sogni nei tuoi sogni erotici?
- Mah, non so.
- Ma non puoi non sognare nessuno...
- E' strano.
- Strano in che senso? Sogni persone che conosci o completamente inventate?
- In genere sono persone che conosco, ma hanno sempre qualcosa di strano. Non so spiegare, ma non sono come sono nella realtà.
- Già.
- Però, che figata.
- Cosa?
- I sogni, dico.
- Sì, sono fantastici. E poi mentre sogni è tutto reale, è tutto come se fosse vero.
- Mi sono sempre chiesto come funzionano, i sogni. Perchè in genere è incredibile tutto quello che succede nella nostra testa.
- Sì, è fantastico. Per esempio c'è una cosa che mi chiedo da sempre...
- Cosa?
- Prendiamo i colori. Chi mi dice che quello che io chiamo rosso e vedo rosso, visto con i tuoi occhi non sarebbe quello che io chiamo, che ne so, verde? Cioè, è tutto così soggettivo. Mi chiedo se vediamo i colori allo stesso modo, perchè da come la vedo io non c'è modo di sapere che questo tipo di percezione sia universale. Non so se mi spiego.
- Sì, è chiaro. Da piccoli ci mostrano un colore e ci dicono che è blu, quindi cresciamo chiamando blu quella cosa, senza mai avere la certezza che tutti la chiamino allo stesso modo.
- E' esattamente quello che intendo.
- Hai perfettamente ragione: non c'è modo di saperlo.
- E' straordinario.
- Forse un modo c'è.
- E cioè?
- Cioè i colori evocano emozioni, cioè rosso è amore o rabbia, blu è freddo e così via.
- E allora?
- Allora le emozioni devono essere universali, o almeno credo.
- Credo anch'io.
- E non è possibile che due colori diversi evochino amore.
- No, credo di no.
- Che casino.
- Già. Che casino.

E' incredibile come basti qualche minuto da soli, un bicchiere di vino buono e la serata con la luna più grande degli ultimi 19 anni a farci sentire così vicini e simili a qualcuno.
Proprio queste sere, a dire stupidaggini senza saperlo, vorrei non finissero mai.

La Redazione

* Traduzione sommaria dall'inglese “pollution”.

5 commenti:

  1. Bicchiere di vino è qualche sostanza stupefacente..... :D eddai di la verità!
    Apparte gli scherzi non sono nemmeno sicura che i colori evochino per forza una determinata emozione...l'amore chiama il rosso perchè ovunque qualsiasi cosa che riguarda l'amore è scritto in rosso o colorato di rosso...ma chissà....una volta il colore del Natale era verde, è bastata la coca cola per trasformare quel verde in rosso quindi chissà...se la perugina cominciasse a imporre il proprio blu magari il colore dell'amore diventerebbe proprio il blu notte...

    RispondiElimina
  2. Pienamente d'accordo su tutta la linea... a presto e buona serata! Nella speranza di tante come questa e che... non finiscano mai!

    RispondiElimina
  3. @Daniela: davvero il colore del Natale era il verde? Mi hai tolto una sicurezza... Cioè, ero convinta che le emozioni e quindi i colori ad esse associate fossero universali. Magari funziona con emozioni più elementari. Se ci pensi il Natale è una questione complessa, ad esempio c'è chi lo ama e chi lo odia...

    @Elisa: ciaoooo!!! Come va? Che succede? Era un po' che non ti sentivo e mi mancavi!

    RispondiElimina
  4. Ciao
    o scelto di seguire questo blog..mi sembra bellissimo,è molto interessante......a presto !ciao romina

    RispondiElimina
  5. Grazie Romina!
    Ci sentiamo presto!

    RispondiElimina

Taccodieci wants you!
Lascia un commento...