domenica 22 maggio 2011

L'uomo e la morte (olè!) di quella gran secchiona della Donna Ideale

Gli uomini non cambiano, prima parlano d'amore e poi... ti fanno notare che dovresti andare in palestra, ti dicono "potresti vestirti come quella", decantano le lodi di quanto sia perfetta la ragazza del loro amico, ti chiedono di essere sempre carina con tutti, di essere gentile e di non avere mai le palle (si può dire "palle" sul blog?) girate.
Dopo qualche mese di storia, che ne è di quegli sguardi languidi con cui gli uomini ti spogliano appena alzata, con il trucco sbavato "effetto panda" su tutta la faccia ed i capelli alla Megaloman? Che ne è di quelle cenette romantiche, di quelle scappate sotto casa nostra con un mazzo di fiori, di quei piccoli gesti d'affetto quotidiani che ci facevano pensare "questo sta sbarellando per me: lo adoro"?
Sparito tutto. Perchè dopo qualche mese, l'uomo toglie le "fette di prosciutto dell'innamoramento" e smette di vedere la donna come la donna ideale, vedendola così per la prima volta per ciò che è: una donna normale. E, come tutte le donne normali, nota che ha qualche accenno di cellulite, che non si sveglia sempre con l'alito che profuma di lavanda e che a volte si trasforma in una vera e propria jena giusto perchè ha gli sbalzi d'umore, come tutti gli esseri viventi che popolano il nostro popoloso pianeta. Dopo circa una settimana da questa scoperta, arriva a comprendere che quella donna (da leggere con l'indice puntato) fa pure la cacca ed è finita: la donna ideale è morta e sepolta.
Inizia il processo dell'elaborazione del lutto (per lui) e dei gran giramenti (per lei).

1. La negazione
L'uomo non riesce a credere che la ragazza di cui si è innamorato sia così banalmente normale. Per lui, fino a qualche giorno prima, era assolutamente unica e speciale. Che ne è di quella creatura eterea che riempiva la sua vita di perpetua allegria? Questa che ha davanti si incazza, dice di no, dice che qualcuno dei suoi amici le sta perfino sui cosiddetti e si riempie di patatine davanti alla tv, costringendolo a vedere film che piuttosto preferirebbe farsi sparare nelle rotule.
In questa fase, l'uomo pensa che sia un periodo: "poverina, è tanto presa da quel nuovo lavoro... Sarei una persona orribile se non le dessi tempo".

2. La rabbia
In questa fase iniziano i giramenti veri e propri (per lei). In questa fase l'uomo si sente raggirato, come se la donna si fosse imbellettata giusto per attirarlo a sè e fregarlo, mostrando ora la propria vera natura. L'uomo inzia a pensare che lei, un tempo non lontano, fosse diversa: più gentile, più carina, con più gusto nel vestire, più simpatica, più disponibile, più accondiscendente, più... un casino di cose.
Sì, l'uomo si sente raggirato e vuole ciò che aveva prima, perchè, in fondo in fondo, lui di quella ragazza si era un po' innamorato. Iniziano così gli incoraggiamenti alla palestra, a mangiare meno patatine, ad uscire con i suoi amici, a truccarsi di più e meglio, a fare shopping "giusto", in modo da cancellare con un colpo di spugna quest'orribile parentesi e ristabilire lo stato delle cose.
Lei, non capendo di che cosa cavolo vada cianciando quest'uomo, si incacchia e la fase della rabbia diventa così reciproca.
Per questo motivo la fase della rabbia costituisce la pietra miliare che divide le coppie che possono avere un qualche futuro da quelle destinate a naufragare nel Grande Mare delle Coppie Scoppiate.

3. La contrattazione
Purchè lui la smetta di rompere, lei a volte si trucca come piace a lui, va dal parrucchiere a farsi mettere i capelli come piacciono a lui e per qualche sera riesce anche a sopportare gli amici che proprio le stanno qua.
Lui si rende conto che, da qualche parte, la ragazza di cui si è innamorato è ancora imprigionata in quel corpo e se la fa andare bene così com'è. Forse perchè, da qualche parte, prova dell'amore per lei e forse perchè, in fin dei conti, il gioco vale la candela.

4. La depressione
Lei si rompe di farsi andar bene cose che in fin dei conti non le vanno bene proprio per niente, di fingere di essere diversa da come è sempre stata (che colpa ne ha lei se lui, originariamente, si era costruito quel bel quadretto nella testa?), ripiglia il sacchettone di Amica Chips, i film melensi e torna sul divano ad essere la ragazza normale di sempre. Che lui si arrangi. Casi suoi.
A questo punto lui non può più far finta che vada bene così e si trova a fare i conti con un'altra lei. La vera lei, quella che, fino a questo momento, forse forse non aveva ancora incontrato con tanta violenza.
La psicologia insegna che questa fase è un momento di bivio, perchè esitono la depressione che ci conduce a reagire e quella che ci conduce a deprimerci ancora di più.
In questo momento lui e lei si conoscono veramente, sanno chi sono e si riflettono nello sguardo dell'altro (se ci pensate bene, c'è di che sbarellare) ed hanno solo due possibilità: o non si piacciono più (e forse a questo punto non si sono mai piaciuti, ma amavano le rispettive idealizzazioni di sè) oppure se la mettono via e lasciano andare a fondo quel cadavere che è la donna ideale, che se ne stava attaccata ad una porta galleggiante come Di Caprio nelle ultime scene di Titanic: bye bye, baby!
Solo le coppie vere arrivano alla fase n.5, le altre purtroppo si smazzano tutta la fatica di arrivare fin qui per niente.

5. L'accettazione
L'uomo ha avuto modo di elaborare cosa sta succedendo attorno a lui, si rende conto che la vita è troppo breve per impiegarla a correre dietro alla fantomatica donna ideale e si accorge, vedendola per ciò che è, che questa donna normale non è poi niente male. Anzi, magari capisce che non avrebbe potuto reggere a lungo una donna del tutto straordinaria. Magari nota pure che la ragazza del suo amico, nota cubista dal fisico mozzafiato, che fino a ieri gli sembrava il massimo, bestemmia come un camionista con la cingomma in bocca e si gira schifato, giungendo alla conclusione che 'sta donna ideale sta solo nella sua testa.
Le coppie che giungono fin qui, sono quelle che non si lasciano più, perchè sono quelle che si amano esattamente per ciò che sono.

Gli uomini normali, dopotutto, vogliono donne normali, solo che ci vuole tempo perchè lo capiscano.

La Redazione

19 commenti:

  1. Nelle lamentele degli uomini ne hai dimenticata una se posso...la maggior parte degli uomini normale ragiona con un organo che non è propriamente il cervello ed è così che la nostra donna ideale per conquistarlo, durante i primi tempi di frequentazione si concede in ogni modo con pose magari degne del più aggiornato Kamasutra! Ed ecco che il nostro uomo capitola...una volta fatto però la nostra donna ideale torna ad essere una donna normale che si concede solo più quando vuole lei e per il resto son gran mal di testa...e lì sì che "l'uomo normale sbarella"!!!...io per fortuna sono arrivata alla fase 5 quindi dovrei essere in salvo...o almeno lo spero!!! Gran bel post!!!!

    RispondiElimina
  2. Bellissimo e divertentissimo post! Anche le donne però sono spesso alla ricerca dell'uomo ideale. Ma sono d'accordo: uomo ideale e donna ideale ma che gran secchioni!

    RispondiElimina
  3. Analisi appuntita (puntigliosa cioè!) e perfetta!
    Io lo dico sempre che l'uomo della mia vita sarà quello che verrà folgorato da una me spettinata, con la pelliccia di Cita sulle gambe e con il rimmel calato! Se mi accetta di primo acchitto così....

    RispondiElimina
  4. Esilarante questo post, mi è piaciuto un sacco!!

    RispondiElimina
  5. Bellissimo...Non esiste la donna ideale...
    ..e se esistesse se la sarebbe accaparrata qualcun'altro!!! Magari l'uomo ideale...se esistesse ovviamente!!!

    RispondiElimina
  6. Post magnifico....W le donne normali!!!! e poi ognuno è speciale a modo suo!

    RispondiElimina
  7. @Mamy: hai ragione, la donna ideale è così. Purtroppo. E questo fa pensare agli uomini che tutte siano così!

    @Lefunkfunk: appunto. L'uomo ideale se la fa con la donna ideale. Ciò significa che a noi donne normali rimangono gli uomini normali. Che se la mettano via!

    @Taglia46 e Artemisia: quell'uomo ESISTE. Al di là di tutte le paranoie e di tutte le polemiche, questo tipo di uomo ESISTE!

    @Ali e Sulsecondobinario: ma grazie mille!!!

    RispondiElimina
  8. Mannaggia a te..mi è venuto un infarto quando ho visto l'immagine (prima di leggere il titolo) ...
    Bè dopo questo post mi hai fatto apprezzare la mia condizione da single!...anche se...
    La single deve piacere sempre e comunque, ha sempre il fiato sul collo...teme il giudizio degli altri più di qualsiasi altra cosa...insomma deve sempre piacere, sia mai che incontri quello giusto e allora arriva la rottura per arrivare alla tanto attesa fase 5 ...

    Che fatica stare al mondo!

    RispondiElimina
  9. Stupendo questo post... adesso ho capito perchè mi scappano tutti alla fase 4...

    RispondiElimina
  10. mmmmhhhh ... da questa analisi così approfondita, mi viene l'ansia al solo pensiero di dover attraversare tutte queste fasi, che quasi quasi rimango single per un altro po' :)

    RispondiElimina
  11. @Daniela: sì, è una faticaccia... Sembra uno di quei documentari di Discovery Channel sul corteggiamento...

    @Chiaretta: grazieee!

    @Fenice: come mai scappano? Forse perchè non hai ancora trovato Quello Giusto. Quello giusto supererebbe anche le fasi 6 e 7, se ci fossero!

    @Francesca: goditi anche il momento da single... Che poi è tutta una lotta... E tanto Quello Giusto quando arriva arriva, eh...

    RispondiElimina
  12. Carissima un post fenomenale, letto durante pausa lavorativa dopo aver sentito collega (uomo normalissimo) decantare le qualità (non certamente intellettive) della biondona alte 1,80 appena passata daventi all'ufficio. Direi che concordo con ogni punto da te con così tanta cura descritto ma mi devo assolutamente unire al pensiero di Daniela, da che sono single (quasi un anno ormai, che disdetta) mi sono accorta che se prima tenermi il fidanzato er aun lavoro che tutto sommato dopo anni di relazione mi permetteva ogni tanto di andare in vacanza e di non pensare all'alitosi mattutina, ora che sono single ogni volta che esco se non sono super informissima gli amici vanno all'attacco: "su Vale, lo vogliamo trovare questo fidanzato o conciata così li vogliamo far scappare tutti?" Insomma la vita è dura anche per le single eh si di riffa o di raffa essere donna a volte è davvero dura!!!!!Un bacione

    RispondiElimina
  13. cara Vale, che dire? Il tuo collega è proprio un uomo normale...
    Mi preoccupa invece la preparazione da single. Se ci penso bene io ero uguale, ma che fatica... Prepararsi da seratona ogni volta... Uffi! Poi però mi sono stufata e andavo in giro normale. Cioè presa bene, ma tutto sommato normale.
    C'è in ogni caso abbastanza materiale da scriverci un post, sulla fatica delle single, non ti pare?
    A presto

    RispondiElimina
  14. Una pagina a buon fine. Era ciò che ci voleva... Sappiamo parlare tanto degli uomini delle prime fasi, ma ci riesce difficile parlare degli uomini della fase 5. Ora lo hai fatto tu. E' proprio così: non è un'utopia, l'uomo della fase 5 esiste (e aggiungerei: anche la donna)!
    Da "neo convivente" quale sono temo di esserci arrivata, e ne sono molto contenta. Per ora, almeno, tutte le altre fasi sono passate (esiste per caso la recidiva :D?)!

    Ad un certo punto della propria vita deve per forza arrivare il momento in cui si abbandonano gli "ideali" per vivere la vera realtà della propria vita.
    Non si può essere per sempre dei ragazzini.
    A presto!

    RispondiElimina
  15. Magnifico hai espresso al meglio la psicologia spicciola dell'uomo ahaha Brava!

    RispondiElimina
  16. Evviva le DONNE e gli UOMINI normali.
    E' in loro che c'e' la vera essenza della vita.

    Sei grande.

    ps. Finalmente sono riuscita a rientrare. ;)

    RispondiElimina
  17. Ti aspetta un premio!
    Passa a ritirarlo!!
    A presto!

    RispondiElimina
  18. @Alamuna: sì, esistono gli uomini della fase 5, che, contrariamente a quanto si possa pensare, non è la fine della passione. Quando si arriva alla fase 5 inizia il bello, perchè ci si inizia a divertire e a stare finalmente bene insieme.

    @Marianna: grazie!!!

    @Barbara: grazie infinite, anche per le email :-)

    @Debora: Ora vado subito a controllare... Sono TROPPO curiosa!

    RispondiElimina

Taccodieci wants you!
Lascia un commento...