lunedì 22 agosto 2011

Gli uomini e l'irrefrenabile bisogno di fare [@##@t€

- Ciao, sono dalle tue parti: aperitivo?
- Ciao. Ehm... Sì, ok Redaz, ma evitiamo il centro? Non voglio incontrare FPP (Fidanzato Pressochè Perfetto).
- Certo, ma come mai?
Mi chiedo io, dal momento che la mia amica ed il suo FPP convivono da quasi un anno ed è quindi naturale che, tra la cucina ed il tinello, si incrocino con regolarità.
- E' una storia lunga. Prendo un bus e ti raggiungo in un quarto d'ora.
Quindici minuti più tardi vedo arrivare la mia amica bardata con occhialoni ed abbigliamento anonimo.
- Che ci fai travestita da Mata Hari?
- Vieni, entriamo qui.
Mentre ci prendiamo un aperitivo, rigorosamente all'interno del locale (sia mai che qualcuno ci veda dalla strada), viene svelato l'arcano.
- FPP ed io abbiamo litigato furiosamente.
- E perchè mai?
- Eh, perchè... Perchè stasera vengono a trovarlo degli amici da Città Lontana e si sono trovati un paio d'ore fa in centro.
- E allora? E' normale...
- Sì, ma tu non sai... Stanotte rimarranno fuori tutta la notte come barboni perchè il primo treno utile per Città Lontana parte domani mattina presto. FPP mi ha detto che dormiranno alla stazione, come veri clochard.
- ?
- Il problema è, Redaz, che io gli avevo proposto di portare i suoi amici a casa! [@##° (preparatevi perchè Rouge è l'amica più sboccata e catartica che ho, ndr), casa nostra è un porto di mare! Ci vengono cani e porci a casa nostra, non vedo perchè non debba farci venire a dormire i suoi amici, per farli ripartire con calma domani!
- Forse voleva solo trascorrere una serata tra maschi, sai anche FF...
- Redaz, io sarei andata a dormire da mia madre, porca tr..!
- Ah. Quindi avrebbe avuto casa libera?
- Eh sì, [@##°. E sai perchè abbiamo litigato?
- Perchè volevi far mettere le pattine a tutti quanti?
- No, perchè ha detto che ho manie di controllo e che sono una gelosa cronica! [@##°, non capisce una fava: io volevo solo evitare che se ne stia a dormire alla stazione come se lo avessi cacciato di casa!
Rouge si infervora mentre descrive il comportamento illogico di FPP.
- Senti, lo so che ti sembra una [@##@t@ ed a tutti gli effetti lo è. Avrebbe potuto fare la seratona, tornare a riposare a casa e far partire domani i suoi amici. Gli uomini hanno però bisogno di fare [@##@t€ (non so per quale motivo) e se tu ti metti tra loro e le loro [@##@t€ allora li vuoi controllare. Lascia che FPP faccia le sue [@##@t€ in santa pace. Domani mattina tornerà a casa, sporco come un vero barbone, magari con i pidocchi, ma sarà il ragazzo più felice della terra e penserà "guarda come sono fortunato ad avere una fidanzata così open minded!". Tanto a te che importa? E' lui che dorme per terra.
Gli uomini decisamente non sentono quell'insensata voglia di equilibrio e per questo, talvolta, li stimo.

La Redazione

22 commenti:

  1. No, domani non tornerà a casa felice. Avrà mal di schiena e magari postumi di sbornia (è previsto di consumare anche vino in cartone da discount?).
    Magari un paio di Carabinieri accaldati e sottopagati lo tratteranno malissimo o una tossica gli si attaccherà come una cozza per scucirgli 5€ in cambio di un attimo di paradiso (virus compresi).
    Credo che si tratti di sindrome da Peter Pan. Infatti è un FPP non un MPP (dove M sta per marito), costui invece avrebbe reso la casa una reggia con Rouge imperatrice.
    Sarà un #epicfail ma il nostro non lo ammetterà mai.
    Solo Rouge vedendolo prendere un antidolorifico accennerà un sorriso ironico e la sua vittoria sarà completa.
    Esprimo questa previsione in quanto T.O.T. partner e quindi coperto da immunità.
    Tipo il 5° emendamento dei film americani insomma.

    RispondiElimina
  2. Assolutamente vero. I tuoi post li devo inserire nella categoria "Oracolo" :).
    A presto!

    RispondiElimina
  3. mamma mia! che bello leggere un vostro post!! a presto.. baci baci valerie

    RispondiElimina
  4. @Insight: mamma mia, mi sono scompisciata dalle risate in palestra leggendo il tuo commento! Certo è che tu parli con il senno di un FM (Fantastico Marito) e non con quello di un AF (Apprendista Fidanzato). Continua a commentare e fungi da monito!
    PS: certo che godi dell'immunità, ma solo di quella che ti ho concesso io in quanto membro del TOT. Non rispondo di eventuali altri commenti.
    PPS: Ho appena spedito il tuo commento alla mia amica Rouge. Le piacerà da impazzire!!!ù

    @Alamuna: "Oracolo"! Mi si addice? Grazie infinite cara!!!

    @Azienda agricola à Versa: grazie infinite a voi! Spero anch'io di risentirvi presto!

    RispondiElimina
  5. Si, quell'immunità mi basta.
    Poi magari mi sbaglio e ne esce una F-I-G-A-T-A come quelle di JohnnyTen ma io ho una certa età e fatico ad immedesimarmi...

    RispondiElimina
  6. Veroooo!!! Mitico questo post!
    Ma perchè gli uomini hanno questa dannata paura di crescere? Non capisco. Non è sempre vero che crescere fa schifo eh...anzi!!!
    Però, ammetto di stimarli anch'io. Li stimo perchè non si fanno problemi a mostrare apertamente la loro ignoranza. :D

    RispondiElimina
  7. Gli uomini non sentono quell'insensata voglia di equilibrio e per questo...mi snervano!!! Ciao!!!

    RispondiElimina
  8. @Insight: proprio per questo devi continuare a commentare. Perchè sei in gamba e dimostri che crescere può essere una F-I-G-A-T-A da grandi!

    @Francesca: anche secondo me non fa schifo, ma credo che ognuno abbia i suoi tempi. Secondo e crescere non vuol dire non fare notti brave, ma farle quando se ne ha effettivamente voglia e non per dimostrare qualcosa a qualcuno, nemmeno a se stessi.

    @Secondobinario: eh, talvolta...

    RispondiElimina
  9. per niente vi è differenza tra uomo e donna?
    per niente prima è stato inventato prima l'uomo e poi la donna, così come prima si fa lo schizzo e poi l'opera d'arte?
    elementare watson.. elementare! xD
    M.

    RispondiElimina
  10. Ma pensa te...certe volte io non lo comprendo proprio il genere maschile!!!

    RispondiElimina
  11. Bellissimo questo scambio di opinioni: taccodieci con il suo “laissez faire (non inteso come liberismo economico ma come mera traduzione) ed insight con il suo realismo che non fa una piega.....penso abbiate entrambi ragione, diciamo che la “variabile” in questo caso è il tempo, o più precisamente l’età....
    Spesso si legittimano comportamenti perché messi in atto in un determinato range di età, ma appena varcano tale range vengono criticati....penso che in questo caso debba prevalere il buon senso: se il FPP oppure il MPP posseggono un fisico (al di là dell’età) che supporta la scelta di passare una notte da clochard, è giusto il “laissez faire”, ma se i requisiti fisici non lo permettono, forse sarebbe meglio optare per un comodo letto dove smaltire la sana sbornia consumata con gli amici....sperando che il FPP o MPP non russino come cinghiali....(parlo con cognizione di causa visto che il mio FPP dopo una sbornia...ma anche no...improvvisa dei concerti in confronto ai quali gli Iron Maiden sembrano degli usignoli)....
    con simpatia Laura Inglima

    RispondiElimina
  12. Per la serie: NOI donne siamo complicate, ma anche gli uomini non scherzano! hanno ragionamenti tutti loro, vivono su pianeti diversi e i loro discorsi vanno cifrati! oh my god! :)



















    [Per fortuna sono ancora single]

    RispondiElimina
  13. @M: non l'avevo mai vista da questo punto di vista, ma adesso che mi ci fai pensare... Effettivamente... Ahah!

    @Laura: il fatto è che finchè FPP non passerà la notte da barbone e si riempirà di Moment il giorno dopo, non ammetterà mai che sia giunto il momento di passare al prossimo livello, ovvero quello del MPP. E anche quando ci sbatterà il naso contro, a questa evidenza, la negherà. Darà la colpa allo stress, al troppo lavoro, alla fidanzata troppo gelosa (perchè in qualche modo verrà tirata in ballo nel suo progressivo cedimento fisico), ma non accetterà il fatto che la vita è fatta a fasi ed è giusto viverle tutte, perchè in ogni caso ci si perderebbe qualcosa (anche ingozzandosi di birre in un pub a vita).

    @Francesca: purtroppo è così. Hanno atteggiamenti illogici quanto la nostra passione per le scarpe.

    RispondiElimina
  14. Ciao Laura, come parte in causa mi permetto di abusare dell'ospitalità di Redazione e risponderti direttamente.
    Chiaramente ho sintetizzato e si sa che la sintesi è nemica della precisione. Io ho proposto uno scenario possibile, al massimo verosimile ma nulla più.
    L'importante è prendere tutto con ironia perchè la vita è già complicata di suo senza bisogno di aggiungerci difficoltà.
    Io e la mia splendida Wiz abbiamo sempre gestito le cose in una certa maniera, ciò che mi lascia perplesso è che FPP non sia riuscito a gestire la vicenda senza un litigio anche se, attenzione, per litigare bisogna essere in 2. Ovviamente ogni vita è unica, a maggior ragione una vita di coppia.
    Ecco, mi sono incartato e non ricordo più dove volevo andare a parare.
    Concludo perchè se no anzichè un commento diventa un post abusivo: l'importante è la leggerezza, spero che questo weekend alternativo resti una cosa che FPP e Rouge ricorderanno negli anni a venire con quel sorriso di complicità che solo l'amore crea. A prescindere dal risultato.
    Grazie Redazione per lo spazio.

    RispondiElimina
  15. @Insight e Laura: ragazzi, qui avete tutto lo spazio che volete perchè, come ha detto Insight, l'ironia è l'unica chiave che ci permette di parlare con serenità di qualsiasi cosa.
    Io penso che Insight abbia detto, soprattutto in questo secondo commento, delle cose molto vere. Tanto per dirne una il fatto che per litigare bisogna essere in due, proseguendo poi per la constatazione che le cose si sarebbero potute gestire diversamente.
    Il fatto è che, secondo me, ha ragione Laura nel momento in cui dice che si tratta di fasi della vita, anche se a mio parere non c'entra il fisico, ma la maturità della persona. Per vivere una notte da barbone (anzichè una notte da leoni) e per litigarci furiosamente sopra, forse non si è ancora in quella fase della vita in cui si capisce che è possibile fare tutto, nel rispetto del dialogo con un'altra persona con cui, ricordiamo, hai consapevolmente deciso di vivere la tua vita (e che non ti è capitata tra i piedi come una fastidiosa influenza).
    Non ne faccio una questione di uomini e di donne (gli uomini sono così e le donne sono cola), ne faccio una questione di maturità e punto. Maturità intesa quindi come dialogo, come fine del senso di ribellione adolescenziale che ci porta(va) ad essere così egoisti, come consapevolezza che andare avanti non significa diventare i vecchi bacucchi rompipalle che abbiamo sempre disprezzato.
    Ecco, ora la pianto pureio sennò ci faccio su un altro post.
    In ogni caso sappiate entrambi che sono fiera che questo post abbia ospitato un confronto di questo spessore.

    RispondiElimina
  16. Ehmmm.......grazie a Taccodieci (Elisabetta) per la considerazione, ma il merito va a te che con simpatia e sagacia spingi le persone a seguirti e....ad intromettersi....
    Abuserei anch’io di questo spazio per rispondere ad Insight: il tuo scenario proposto è talmente realistico e divertente che mi sono permessa di commentarlo e confrontarlo con quello possibilista, di Taccodieci....non nutro alcun dubbio in merito al fatto che tu ci abbia un po’ giocato ma credimi, il risultato di tutto l’ambaradan è probabile possa essere quello da te illustrato.....Come dicevo sopra sono convinta che ogni fase della vita abbia i suoi pro ed i suoi contro, l’importante è che i confini tra di esse sfumino con naturalezza senza creare quel salto nel buio corrispondente al passo successivo che spesso si affronta con paura e reticenza. Penso che l’arma vincente per affrontare ogni periodo di transizione sia la consapevolezza che ognuno ha delle proprie capacità e dei propri limiti ed agisca di conseguenza. Il prendere e il prendersi in giro reciprocamente in una coppia è sicuramente la ricetta per un’amalgama DOC, ma lo è anche una sana litigata se fatta con l’intento di ristabilire i ruoli e si conclude col sorriso sulle labbra..... come giustamente suggerisci tu, l’importante è la leggerezza con cui si affrontano le cose, non le cose in sé.....
    Grazie a tutti per la bella chiacchierata
    Con simpatia Laura Inglima

    RispondiElimina
  17. Una domanda ad Insight, in quanto uomo autorevole: ma tutti gli uomini passano la fase in cui sentono (e ne sono spaventati) il salto nel buio (come lo chiama Laura) tra l'adolescenza e la vita adulta o è una cosa tipica della mia generazione?

    RispondiElimina
  18. Io mi sono sposato a 23 anni... fai un po' te.

    RispondiElimina
  19. .....stica.....inseguivi Bianconiglio???????

    Laura

    RispondiElimina
  20. @Insight: ci voleva un po' di romanticismo in questo blog... Dai, dimostralo tu che è possibile essere felici anche così!

    @Laura: a proposito di salti nel buio? :-)

    RispondiElimina
  21. @taccodieci: ma anche sì!!!!!!!!!!!!

    Laura

    RispondiElimina
  22. Ah meraviglioso mondo degli uomini....(ovviamente è sarcasmo puro!) Il commento di Insight meriterebbe un premio, mi ha fatto morire!! ^_^

    RispondiElimina

Taccodieci wants you!
Lascia un commento...