giovedì 12 gennaio 2012

Le ragazze multitasking hanno un disperato e fisico BISOGNO di carboidrati

Incredibile come ogni volta che vedo/sento/parlo con la mia amica Rouge, ne venga fuori un post.
Stavolta riguarda il fatto che essere una moderna ragazza multitasking spesso non è la figata che sembra. O almeno non è proprio tutto come in "I love shopping".




- Ciao! Che stai facendo?
- Sto cercando di verificare se si può morire di lavoro. Dando il mio corpo alla scienza, insomma. Tu che combini? Come va con FPP (Fidanzato Pressochè Perfetto, ndr)?
- E che ne so? Oggi ho lavorato ventidue ore su ventiquattro e sto tornando a casa adesso. Una collega è malata.
- Ah, ottimo.
- Taci: non immagini quando l'abbia maledetta. E tu come mai lavori così tanto?
- Perchè bisogna. Sono uscita stamattina da casa alle sei e mezza e ci sto rimettendo piede adesso (ore venti, ndr). [@##°: mi sono distesa sul letto per parlare con te e mi si stanno chiudendo gli occhi...
- Beh, dormi. Che male c'è?
- C'è che sono ancora vestita e dovrei come minimo mettere il pigiama. E poi ho voglia di uno spritz. Non posso pensare di aver solo lavorato, oggi, senza nemmeno il tempo per uno spritz. Tu che stai facendo?
- Sono stata in giro per negozi, visto che ci sono i saldi, ma avrei preferito un calcio negli stinchi. Una ressa incredibile (ed è giovedì) per frugare tra stracci di vent'anni fa. Ho trovato perfino qualche camicia con le spalline, stile Jem e le Holograms.
- Comprato qualcosa?
- Nada. Tu hai comprato qualcosa coi saldi?
- Quasi novecento euro di trattenute, questo mese. Penso la dica lunga sul mio shopping.
- Io circa milletrecento euro in meno, questo mese. Non penso comprerò nemmeno un paio di calzini.
- Che vita di merda.
- Già.

- Vai ancora in palestra? Io mi costringo almeno due volte alla settimana, visto che ho l'abbonamento pagato fino a maggio, ma ogni volta sono così stanca che è come un'esperienza extracorporea: vedo il mio corpo sul runner come se la mia coscienza se ne fosse distaccata.
- Io invece mi sono messa a dieta.
- Cioè?
- Cioè mi sono rotta di fare sport. Basta: dopo trent'anni di sport ho dato. Mi sono messa a dieta.
- Sei stata da un dietologo?
- Sei fuori?!?!? Ho letto una dieta su un giornale.
- Forse non dovresti...
- Praticamente posso mangiare tutto, tranne i carboidrati.
- Tutto? In che quantità?
- Quella che preferisco.
- Cioè puoi mangiarti un chilo di salmone affumicato, ma non un etto di pasta al salmone?
- Esattamente.
- Scusa, ma non mi sembra una cosa molto sensata. Sei sicura di quello che stai facendo?
- Beh, c'è da dire che sto dimagrendo.
- Io mi sono mangiata, appena sono arrivata a casa, una gran bella fetta di mortadella! Slurp!
- Pensa, secondo la mia dieta ne potrei mangiare a carrettate: mica sono carboidrati!
- Sì, ok, ma non è grassa, la mortadella?
- Sì, certo. Forse è perchè non ne riesci a mangiare più di due fette senza pane che la concedono, in questa dieta. Hai mai provato a mangiare un etto di mortadella senza pane? Che merda.
- Che buona, vorrai dire! Ne mangerei a carrettate. Senza pane, ché fa ingrassare.
- Io no, ma mi mancano i carboidrati e il loro potente potere antidepressivo.
- Non ti senti bene?
- Mi sento svenire per il 99% del mio tempo di veglia.
- Come Emily de "il diavolo veste Prada"?
- Più o meno. Solo che io, quando mi sento svenire, col [@##° che mangio un cracker: piuttosto dieci fette di mortadella!

- Senti, quando ci vediamo?
- Non lo so. Domani sera lavoro e poi devo stirare le tende...
- Stiri le tende? Ma sei impazzita?!?!?
- Ma tu come fai, scusa?
- Io col cavolo che stiro le tende! Le appendo bagnate e ci pensa la forza di gravità, a stirarle!
- E non si riempiono di polvere?
- Boh. Sinceramente non riesco mai a stare a casa abbastanza per rendermi conto di come sono le tende. E quando le guardo, sono così stanca che mi pare sufficiente che ci siano.
- Allora quando ci vediamo?
- Ah, non lo so. Sabato sera?
- Non so. Non so se dovrò lavorare. Ho un'urgenza per lunedì.
- Allora ci sentiamo domani?
- Certo! A che ora ti chiamo?
- Meglio se ti mando un messaggio, perchè non so bene a che ora riuscirò a liberarmi.
- Ok, ciao!
- Ciao! E lunga vita alle tariffe flat!
- Lunga vita e prosperità!

La Redazione

9 commenti:

  1. i carboidrati guai a chi me li toglie!!! Tsè!

    RispondiElimina
  2. esatto, le tende si appendono bagnate. Ho programmato di lavarle nel 2014, me lo ricordereste, per favore?

    RispondiElimina
  3. Preferirei morire piuttosto che vivere senza carboidrati!!

    RispondiElimina
  4. hahahaha: - Boh. Sinceramente non riesco mai a stare a casa abbastanza per rendermi conto di come sono le tende. E quando le guardo, sono così stanca che mi pare sufficiente che ci siano. sempre fantastica!
    M.

    RispondiElimina
  5. senza carboidrati ci potrei anche stare ma la carne costa troppo qindi.. w la pasta!

    RispondiElimina
  6. Nemmeno io stiro le tende...le stendo ben distese fuori e poi quando sono solo più leggermente umide le appendo...si distendono che è una meraviglia!!!!

    RispondiElimina
  7. Grazie per avermi rassicurata su due aspetti fondamentali della vita:
    1. I carboidrati FANNO BENE (nelle giuste dosi) ed è da MALATI vivere senza.
    2. Le tende NON SI STIRANO!
    Con i carboidrati e senza stirare le tende, la vita è senz'altro un posto migliore!

    RispondiElimina
  8. Le tende NON si stirano, quando mai? Ma se possibile neanche asciugamani, lenzuola, cioè tutto quello che gli estranei non vedono... Sì, le tende le vedono, ma tanto si stirano da sole per la forza di gravità.
    E senza carboidrati, scusa, ma la vita davvero ha un senso? No, dico, guarda Demi Moore...
    Passa da me, hai un premio!

    RispondiElimina

Taccodieci wants you!
Lascia un commento...