lunedì 22 ottobre 2012

- pusher, + push up!


Quante volte abbiamo sentito le nostre amiche vantarsi di un seno molto più evidente grazie ad un push up o, addirittura, ad un super push up?
Io le sento continuamente.

La tematica è infatti di estremo interesse, nel mondo femminile, perchè avere o non avere un seno da mostrare (sotto i vestiti, stile "si vede il marsupio?") può fare la differenza tra una donna sicura di sè ed una che si sta per buttare dal balcone.
Non che a me, personalmente, la cosa interessi tanto. Non me la voglio tirare, perchè quanto a difetti fisici la natura è stata generosa anche con la sottoscritta, diciamo che grazie al cielo non ho mai avuto problemi di autostima per questo, o almeno non sul piano della scollatura. Tuttavia il trovarmi invischiata spesso e volentieri in discussioni riguardanti push up mi ha fatto venire una gran voglia di trasformare ancora una volta il mio corpo in materiale per la scienza. E 'annamolo a provare, sto pusciap, e vediamo perchè le mie amiche ne impazziscono.

Visto che il corpo alla scienza lo devo dare a spese mie, pensavo che un push up valesse l'altro e, al mercato, ho acquistato un push up cinese a 5 euro.
La forma, mentre l'oggetto stava sulla bancarella, era perfetta. Un push up rosso, con degli inserti neri, veramente bello.
Mi sentivo un maledetto genio ad aver acquistato un autentico push up a soli 5 euro e già immaginavo l'espressione sbalordita delle mie amiche: "oddioooo, hai un seno bellissimo con soli 5 euro??? Io ne ho spesi settanta e mi penzolano ancora!".
Arrivata a casa e provato il reggiseno ho capito tutto: il mio seno era a punta. Molto a punta. Una cosa da vergognarsi ad uscirci di casa. Anzi, una cosa da vergognarsi anche solo ad aver indossato una roba del genere.
A parte il fatto che il seno stava compresso come durante una mammografia, evidentemente per un vano tentativo di farlo salire fino alle tonsille, la forma era completamente sbagliata: era come aver indossato un reggiseno fatto con due cappellini da party.
Il reggiseno è finito nel cestino e spero che nessun malato mentale, frugando nell'immondizia, lo trovi. Quel reggiseno merita di essere bruciato sul rogo come nemico dell'umanità.

Pensavo che a questo punto la mia avventura sul pianeta dei push up si fosse conclusa con uno zero ai push up e la promessa a me stessa di non farmi mai più abbindolare dalle amiche che ne tessono le lodi.
Poi mi sono imbattuta in questa pubblicità (che vi riporto più sotto perchè è terrificante), la pubblicità di un reggiseno cinese gonfiabile, che funziona con lo stesso principio con cui funzionavano le Nike air, solo senza pompetta fatta a forma di mezzo pallone da basket in rilievo.
Due modelle cinesi, palesemente senza seno, gonfiano strategicamente il decoltè, passando magicamente da una prima ad una terza coppa C in pochi istanti, vanno a ballare disinibite e rimorchiano, eccome se rimorchiano. Cioè, non che questo punto venga esplicitato nella pubblicità, ma è abbastanza palese che quelle modelle rimorchino come jene a causa del seno ingigantito. Per non parlare poi dei colleghi arrapati, che in ufficio a momenti fanno una sincope vedendo passare un seno enorme e due minuti dopo la ragazza che lo porta.


Di fronte alla tv tutto mi è apparso chiaro: come posso pretendere che un popolo nel quale il 99% delle donne è basso, scheletrico e piatto come una tavola possa produrre dei push up funzionanti? Insomma, sarebbe come chiedere agli svedesi un trucchetto per camuffare il nanismo: che ne possono sapere loro?

Sabato pomeriggio ho quindi preso l'auto e sono andata dritta da Tezenis.
Ho scoperto, per prima cosa, che esistono i push up ed i super push up. Siccome il troppo stroppia, ai "super" non mi sono nemmeno avvicinata. Insomma, come sanno tutte quando un uomo se ne va in giro con un rotolo di carta ingienica intero nelle mutande come in quel film di Verdone, così immagino gli uomini fiutino le ragazze con il seno innaturalmente imbottito.
O sono davvero così tanto creduloni? Mah...
Insomma, dal momento che non mi andava di investire inutilmente in questo esperimento nemmeno un euro in più rispetto alla spesa per il reggieno cinese, ho afferrato un push up dalla gruccia e sono andataa provarlo nel camerino.
Che sensazione meravigliosa!
I push up di Tezenis funzionano alla grande!
Niente seno che sembra una violenta tonsillite, solo qualcosa di meravigliosamente meraviglioso. Tutto sembra naturale, nessun effetto "rotolo di carta igienica infilato strategicamente". Niente.

E così, a trent'anni suonati, sono uscita dal mio vecchiume e ho imparato che push up è bello.
Sono tornata alla cassa con ben due push up in differenti colori.
FF mi ha guardata strano: "ma non hai già abbastanza reggiseni?". Ed io: "come questi no! E poi sono dimagrita da morire (non si vede???) e quelli che ho non mi stanno più bene".


La Redazione

9 commenti:

  1. occhio.. provocano dipendenza.... ;)

    RispondiElimina
  2. Ciao prima lettrice del mio nuovo romanzo :-)
    Sul serio provocano dipendenza? Oddio, in effetti sarebbe buffo anche per chi mi incontra spesso vedermi a giorni alterni con taglie differenti :D

    RispondiElimina
  3. ebbene, anche io comprai (STOLTA!!) un reggiseno alla bancarella del cinese... sembrava che avessi due PERE sotto la maglia(messe con la punta in avanti, ovvio). evidentemente pensano che ci piaccia quella forma là.......ma perchè??? (è rimasto per un po' nel cassetto e per giunta, riprovandolo, si è rotta una spallina. filato liscio liscio nel bidone)

    RispondiElimina
  4. Il seno x noi donne e' proprio come il "pacco" x gli uomini!!! :-)
    Io sono abbastanza fissata con il mio seno, ma non sono una push up dipendente, d'estate spesso e volentieri nemmeno lo uso il reggiseno, perché non sopporto con la schiena nuda che si veda la striscia del reggiseno, e' antiestetico secondo me :-)
    Ma riconosco che quando uso i modelli imbottiti, sembro uscita dal chirurgo plastico!!!!

    RispondiElimina
  5. Socina NON si compra roba cinese...NON SI COMPRAAAAAAA!!!! ben ti sta se poi hai dovuto buttarlo via..non mi stancherò mai di dirtelo NON bisogna comprare la roba dai cinesi, anche se costa poco..e chiediamocelo anche il perchè dei prezzi così bassi.....saranno stati fatti con bambini (bambini a punta) macinati!
    ...sorvolando su questo la domanda sorge spontanea: quanti soldi ti da la Tezenis per questo post?

    RispondiElimina
  6. Pensa che io detesto i reggiseni imbottiti, mi sembra di avere due palloncini al posto del seno, mi sento finta.
    E comunque vorrei farti notare che FF ha notato che avevi acquistato due nuovi reggiseni, non che avevi delle tette meravigliose ;)
    O non lo avevi indossato?

    RispondiElimina
  7. @LeMilleMe: ahahahah!!!! Esattamente, le tette a pera!!! Magari alle cinesi piacciono da impazzire, o ai cinesi, e le cinesi le vorrebbero così!!!

    @Ely: per la schiena nuda ho visto cose imbarazzanti, tipo delle copette in lattice che, se ho capito bene, si appiccicano e sostegnono. Ma qualcuna le usa?

    @Socia: puahahahahah!!!! Che tu ci creda o no, non sono pagata per questo post. Non sono mai sttaa pagata per un post e ho fino ad oggi rifiutato le richieste in questo senso, per quanto interessanti (ahahahah!!).
    Non commento sui cinesi, va...

    @Elyne: no, non li avevo indossati, ero in coda alla cassa. E non ha notato alcuna differenza poi, nei giorni seguenti :-(

    RispondiElimina
  8. Vabbè, consolati. Difficilmente gli uomini si accorgono dei cambiamenti negli altri.
    Anche quando andiamo dal parrucchiere, bisogna mettere delle frecce luminose o tornare a casa con i capelli fucsia perchè se ne rendano conto. ;)

    RispondiElimina
  9. @Elyne: certo, non si accorgerebbero nemmeno se cambiassimo colore di capelli, perdessimo o prendessimo dieci chili o ci mettessimo i pantaloni rovesci...

    RispondiElimina

Taccodieci wants you!
Lascia un commento...