sabato 19 gennaio 2013

"Li amo entrambi!", ovvero: "le Elena Gilbert vivono tra noi"



Ieri sera a momenti mi strozzo con la pizza mentre, davanti ad un'immagine di Ian Somerhalder in tv, FF mi domanda: "qual è l'attore per cui potresti fare una follia?".
Le cose sono due: o FF legge nel pensiero o c'è qualche mio innocente lettore, di cui non faccio nomi perchè mi sta troppo simpatico, che legge il mio blog e poi ne parla con FF in ufficio. Pur senza essere una donna di scienza, opto per la seconda.

Il fatto è che dalla terza serie di "The vampire diaries", dopo la morte e la resurrezione di Elena Gilbert a vampiressa, ho smesso di guardare il telefilm per la trama.
Elena è la vampira più pizzosa della storia, sa solo lamentarsi ed essere d'impiccio. E' fastidiosa come un herpes. Se lei non fosse mai esistita o avesse pensato a fare solo ed esclusivamente la propria pizzosa vita, tante altre vite sarebbero state risparmiate e tutta Mystic Falls ne avrebbe giovato. Soprattutto, da dopo la sua piagnucolosa trasformazione, sembra che la trama navighi a vista, senza una vera e propria direzione, alla giornata.
Penso che le vite che avrebbero tratto maggiore giovamento dalla scomparsa di Elena Gilbert dalla faccia della terra sarebbero state quelle eterne dei poveri sfigonci fratelli Salvatore.
Da ben quattro serie quei due non fanno altro che proteggerla da jatture che lei stessa attira come una potente calamita per la sfiga, ma soprattutto non fanno che contendersela perchè, da che sono al mondo (e sono ormai un sacco di anni), i fratelli si innamorano della stessa donna. Roba che Freud andrebbe via di testa, se solo potesse studiarli.

Ma soprattutto, da ben quattro serie, inspiegabilmente nessuno ha ancora preso Elena Gilbert per le spalle e le ha detto in faccia che è solo una grandissima zoccola.

La puntata di ieri sera penso abbia toccato il culmine.
Elena, asservita a Demon per un potente legame tra vampiro senior e vampira junior, corona le sue fantasie più segrete spupazzandoselo allegramente per un po'. Al poveretto non pare vero e non gli passa per l'anticamera del cervello che ci possa essere qualcosa di strano se Elena, dopo ben tre serie complete, solo adesso si concede a lui con tanto entusiasmo.
Seee, asservimento. A noi la racconta la ragazzetta vampira.

Il fatto è che Elena è sempre stata in biblico tra i due fratelli Salvatore. Certo, Stefan è rassicurante, ma Damon è bello e dannato e noi ragazze proprio non sappiamo rinunciare alla fetta di mistero e dannazione che riteniamo ci spetti di diritto.
Sostanzialmente Elena li ama entrambi, in modo diverso, e non ci può fare niente. Vorrebbe, vorrebbe fortemente scegliere uno dei due, ma proprio non ce la fa.

Sapete che vi dico, in tutta sincerità? Che secondo me chi ama due persone è come se non ne amasse nessuna oltre a se stessa.
Amare due persone diverse significa amare qualche aspetto di una e qualche aspetto dell'altra, che è una questione ben diversa dall'amare una (sola) persona.
Vedendo degli amici soffrire perchè qualche "Elena de noaltri" non si riesce a decidere tra loro ed un altro belloccio con caratteristiche opposte, la tentazione di dire in faccia a queste ragazze di risolvere i propri drammi amorosi interiori senza giocare con bravi ragazzi che hanno avuto la sola sventura di incrociare la loro strada è forte.
Certo la mancanza di carattere non è una colpa che meriti una condanna, ma l'egoismo sì. "Se ami qualcuno, lascialo libero", recitava la Smemo quando ero al liceo, e penso che sia una frase fatta molto vera. Se le Elena Gilbert che popolano questo popoloso mondo fossero veramente innamorate, almeno in parte, di ciascuno dei ragazzi che tengono appesi ad un filo, non vorrebbero vederli soffrire per causa loro. Non vorrebbero vederli rinunciare ripetutamente ad occasioni per essere felici perchè loro non hanno sprangato una porta su una questione irrisolvibile.

Forse Elena potrebbe prendere in considerazione anche una terza ipotesi, che non sia Damon o Stefan, ma che sia una terza persona, una che le piaccia veramente nella sua interezza, facendo felici tutti e ritrovandosi tutti insieme al barbecue della domenica.

La Redazione

5 commenti:

  1. Condivido ogni parola!!! Bello "l'angolo della polemica spicciola"!! Buon weekend!

    RispondiElimina
  2. Ciao Silvia, è bello sapere che non sono l'unica a non sopportare le Elena, sia dentro che fuori della tv. Grazie per i complimenti!
    A presto e buon weekend anche a te.

    RispondiElimina
  3. Sono pienamente d'accordo con te! Dopo tre stagioni di episodi emozionanti, quest'anno faccio fatica a guardarlo. Elena è una pizza assurda e sinceramente trovo noioso questo triangolo alla Beatiful.

    RispondiElimina
  4. Roba che Freud andrebbe via di testa, se solo potesse studiarli. XDDDDDDDDDDDDDDDD quanto è vero!! XDDDDDDD
    Vale

    RispondiElimina
  5. Si, è diventato un telefilm pizzoso e senza una meta!

    RispondiElimina

Taccodieci wants you!
Lascia un commento...