lunedì 18 marzo 2013

Buon compleanno Redaz (ovvero: "menate fotoniche" parte 2)



Per il ciclo "menate fotoniche", mi pare doveroso finire di raccontare come si sia evoluta la questione del fantomatico regalo di compleanno di FF e del viaggio a Berlino.
Appurato che la parola in codice "Berlino" non si riferiva ad una romantica sorpresa di compleanno per me, ma ad un weekend all'estero che FF farà la settimana prossima con un amico, ci sono state comunque delle evoluzioni nella faccenda mica da ridere. O forse proprio da ridere per non piangere.

Qualche giorno prima del mio compleanno passo dall'elettrauto perchè sono mesi che l'autoradio si accende in standby, ma non riproduce. Cioè, si accende come un albero di Natale, ma non riproduce alcun suono.
L'elettrauto a cui mi rivolgevo quando ero una tuning-pischella è morto, l'altro a cui invece si rivolgeva mio padre ha chiuso, ma vagando per le campagne dalle parti di casa dei miei genitori approdo alla fine nell'officina di un ragazzone sorridente che, come prima cosa, mi offre un caffè. E la gentilezza è la mia criptonite: non ci so resistere.
Spiego a Tatone che, prima di dare per spacciato la mia autoradio ed acquistarne una nuova, vorrei capire se il problema della mancata riproduzione della musica sia da attribuire all'autoradio o all'auto.
Tatone sorride e risponde sicuro: "stea, xè l'aradio. Crompatene 'na nova, al laucian, dove che te voi ti, dopo te meo dixi, te vien qua e tea taco su" (traduzione padovano-italiano: "stellina, è sicuramente un problema da attribuire all'apparecchio di riproduzione. Ti consiglio di acquistarne uno nuovo dove più ti aggrada, ad esempio presso uno dei punti vendita della catena internazionale Auchan, ed io sarò lieto di provvedere all'installazione").

Io riferisco il problema ad FF e... tadààà! La sera prima del mio compleanno lui, tutto emozionato, mi consegna un pacco, raccomandandosi che non lo giri, perchè la carta a disposizione non era abbastanza ed è rimasto un intero lato della scatola non incartato.
Dentro c'è un'autoradio nuova, superfichissima. Ed io sono supercontenta, perchè trascorrere in auto tanto tempo in silenzio è una delle torture peggiori che riesco ad immaginare, e poi saranno sei mesi che non sento la voce di Marco Galli al mattino.
Mi fiondo di sotto, scardino come una vichinga l'autoradio vecchia, metto quella nuova, ma... si accende come un albero di Natale e no riproduce nessun suono.
Mentalmente volano insulti molto pesanti contro Tatone.

Lunedì sera, dopo il lavoro, torno da Tatone e gli spiego l'accaduto. Lui si mostra fin da subito mortificato: "stea, scusame, jero sicuro che fusse l'aradio, me dispiaxe" (traduzione padovano-italiano: "stella, scusami, ero assolutamente certo che si trattasse di un problema all'autoradio, sono dispiaciuto").
Ci accordiamo, il giorno dopo gli consegno l'auto, facendo mille peripezie riesco a lasciargliela per una intera mezza giornata. L'officina di Tatone si trova a circa 25 kilometri da casa mia e ad almeno 20 dall'ufficio. Comodo, no? Maledetta a me e alla mia incapacità di dire di no alle persone gentili!
A sera passo a riprendermela e Tatone mi informa di essere riuscito a far funzionare "l'aradio" (nonostante Tatone non abbia mai scritto questa parola sono sicurissima che la pronunciasse così) vecchia e di aver provveduto a reimballare quella nuova. Vi risparmio la versione originale della comunicazione con relativa traduzione.

Dal momento che di auto ne abbiamo una sola in casa, piglio in mano l'imballo dell'autoradio nuova e lo guardo sconsolata: "e adesso di te che me ne faccio?".
FF mi consegna lo scontrino del negozio nel quale aveva effettuato l'acquisto, mi informo per i resi e la sera seguente me ne torno a casa con un buono del valore di una piccola fortuna da spendere in un tipo di negozio che non è proprio la gioia di ogni signorina: un negozio specializzato in articoli per motociclisti ed appassionati di motori. Proprio il genere di negozio in cui trascorrerei giornate intere nell'indecisione. Come no.
Ho sette mesi per usare questo buono e non ho la più pallida idea di come spenderlo. Già il negozio non è il massimo dell'attrattiva per me, in più devo usufruire del buono in un'unica soluzione, il che vuol dire che non posso nemmeno investirlo in lampadine o spazzole per i tergicristallo.

La domanda che mi sorge spontanea ora è: sono una Fidanzata Degenere se sono perplessa di fronte a questo regalo di compleanno?
Ma anche: sono la Fidanzata Peggiore del Mondo se, dopo la burla del finto viaggio romantico a Berlino, penso che sia proprio una bufala del destino ritrovarmi con un buono inutile, da spendere in cose che non mi passerebbe mai per l'anticamera del cervello di acquistare, ad ammuffirmi in mano?

No ma: buon compleanno Redaz.

La Redazione

10 commenti:

  1. Scusa socia....a questo punto potevi tenerla e venderla su ebay e con i soldi guadagnati ti compravi qualcosa che potesse interessarti davvero...ma visto che ormai la frittata è fatta opterei per l'intero set da interno di hello kitty..a FF farà sicuramente piacere :)

    RispondiElimina
  2. Nella mia scarsa esperienza di sedicenne posso comunque affermare di aver già imparato che in tutto il dannato anno, le bazze più strane e demotivanti ti capitano proprio il giorno del tuo compleanno. SEMPRE. Come una specie di legge di Murphy. Salvo rare eccezioni che non fanno altro che confermare la regola alla fine xD
    In caso, prova comunque a farci un salto in quel negozio, sette mesi non sono poi così poco tempo, non si sa mai che prima di allora quel buono in qualche modo non ti possa tornare utile :)
    Intanto da parte mia buon compleanno e buona serata!!

    RispondiElimina
  3. @Dani: visto come è andata quando ho cercato di vendere l'albero di Natale mi sa che in internet non venderò mai più niente! Ho ancora due metri di albero nel sottotetto e sono stata presa per i fondelli da un nutrito gruppo di persone. Quanto a Hello Kitty... perchè no? Mi pare un ottimo modo per spendere quel buono :-)

    @MaryBlue: ma quanto hai ragione... Vediamo... Nel giorno del mio compleanno: ho avuto una malattia di cui non mi ricordo neanche il nome e mi sono svegliata piena di bolle e gonfia come un aerostato, mi sono licenziata senza preavviso, ho acquistato l'auto, ho comprato casa... Insomma, un bel po' di cosette significative sempre in questo giorno. Che sia uno strano scherzo del destino per i compleanni?
    Grazie Mary!

    @AstareQui: un maledetto filo messo male...

    RispondiElimina
  4. Ahah, oddio! Io almeno a questo punto mi sarei fatta montare l'aradio nuova.
    E confermo che sicuramente pronuncia così questa parola.
    La nonna di mio marito è veneta e per lei è aradio al 100%. :)

    RispondiElimina
  5. @Elyne: ahahahah!!! Grande la nonna di tuo marito!
    A me pareva uno spreco far montare quella nuova... Che poi "quella vecchia" si fa per dire, perchè ha solo un annetto.

    RispondiElimina
  6. Ah ah, Redaz, le tue menate fotoniche sono davvero divertenti (viste da fuori)!! Comunque capisco la frustrazione per il regalo, anche se devi ammettere che il tuo FF è stato molto dolce a regalarti qualcosa che - in teoria - doveva risolverti un problema! Insomma, le sue intenzioni erano buone. Adesso il problema è proprio smaltire sto buono... ehm, non è che puoi usarlo quando FF compirà lui gli anni? Magari in quel negozio c'è qualcosa che piace più a lui che a te... che ne dici? Intanto buon pome! ;-)

    RispondiElimina
  7. @Silvia: no, non ce la posso fare per il suo compleanno perchè sarà tra oltre 7 mesi. Comunque pensavo di smaltirlo per tutti i regali ai nostri amici che compiranno gli anni nei prossimi mesi :-)

    RispondiElimina
  8. In effetti le intenzioni di FF erano buone, ma poteva prendertela da Mediaworld così almeno avresti avuto più scelta per il cambio regali ;-) Scherzi a parte, Tatone poteva installarti "l'aradio" nuova, mannaggiaaa!!

    RispondiElimina
  9. :) idee assurde: comprare dei veri stivali da motociclista, o un kit inteno lussuoso o le gomme da neve...ma poi tocca portarti a sciare, ;)

    RispondiElimina

Taccodieci wants you!
Lascia un commento...