martedì 16 aprile 2013

La sbandata


- Io dico sempre a mio marito: se vai con una non lo voglio sapere. Cioè, se è una cosa da una botta e via, una semplice sbandata, perchè lo dovrei sapere? Se invece fosse qualcosa di più, che lo coinvolge emotivamente, lo vorrei sapere eccome.
- Non sono d'accordo. Io lo vorrei sapere e non sono affatto certa che, in qualsiasi caso, per noi due andrebbe a finire bene.
- Ma che te ne fai di saperlo se si tratta di una sbandata? E butteresti via tutto quanto per una [@g@t@ del genere?
- Non ne sono sicura, ma penso di sì. Penso che quando succede una cosa del genere ci sia comunque qualcosa che non va nella coppia, qualcosa di grosso.
- Tu vedi tutto bianco o nero.
- No. Io lo starei ad ascoltare, certo, ma penso che non lo perdonerei affatto.
- Insomma, poi bisogna vedere anche "perchè" uno tradisce. Se c'è un tradimento, la responsabilità va anche condivisa.
- ???
- ...e comunque non puoi sapere come ti comporterai finchè non ti troverai nella situazione. Potresti anche essere tu a tradire FF, un bel giorno: che ne sai?

A questo punto abbandono la conversazione con la mia amica MA perchè non sono affatto d'accordo con innumerevoli sue affermazioni (penso anzi tutte) e mi rendo conto che partiamo da due presupposti talmente differenti che non troveremo mai un punto di accordo.
Eppure quello che dice lei non sono [@##@t€ inventate sul momento, ma è quello che pensano moltissime persone sul tradimento, ovvero:
1. Se si tratta solo di "una botta e via" quasi non conta.
2. Se lui tradisce, la colpa può essere anche tua e devi farti un bell'esame di coscienza.
3. Dopo il tradimento le cose si possono anche "aggiustare".
Inutile dire che non mi trovo d'accordo su nulla, ma tanto che ne posso sapere io, che non mi sono mai trovata in queste situazioni?

Manco farlo apposta, dopo qualche giorno accade.
Accade che inizio a ricevere complimenti da un insospettabile romantico. Ma non complimenti qualunque, complimenti che a confronto Humprey Bogart in Casablanca è un pezzo di legno. Scopro che, me incurante, c'è chi conosce i miei gusti meglio di me stessa, chi mi osserva e nota i miei piccoli cambiamenti d'umore, chi si accorge di che cosa mi passa per la testa. E questa cosa mi lascia senza parole.
Ai complimenti si accompagnano richieste di appuntamento. Il tutto con un tono non eccessivo, non pesante, non insistente. Anzi, un tono piacevolissimo.
I complimenti iniziano proprio in un momento in cui a volte sono paranoica e penso che tutti i nostri amici si sposano, figliano, mentre noi non riusciamo nemmeno a finire di arredare il bagno, ed affogo le mie paranoie in pizza e birra. E si sa che la birra fa nascere stupide domande.
Per finire questo corteggiamento parte da una persona che conosco e che stimo una persona intelligente, piena di interessi proprio uguali ai miei, con senso dell'umorismo. Una persona che, in tempi non sospetti, non avrei esitato a frequentare.

Gli elementi per costruire la bomba-tradimento ci sono tutti:
1. Ho qualcuno che mi fa sentire apprezzata e importante.
2. Questo qualcuno è una persona con cui ho un sacco di cose in comune.
3. Il tutto capita in alcune giornate in cui evidenti sbalzi ormonali mi portano a pormi domande sceme.
Posso dire ora che mi ci trovo, nella certa situazione?

Ciò che faccio, senza esitazione, è ringraziare il dottore, rifiutare l'offerta e andare avanti.
Qualche giorno dopo rivedo la mia amica MA.
- Sai, mi ci sono trovata, alla fine, nella situazione.
- FF ti ha tradita?
- No. Sono io che non ho tradito lui. Mi sono trovata nella situazione, ho ringraziato e ho rifiutato. Adesso quindi posso dirtelo con certezza: non concepisco la sbandata, è una cosa stupida, è come voler aggiustare un vaso buttandolo per terra e poi pretendere che torni nuovo. Non mi importa se si tratta di "una botta e via" o di una relazione: non mi starebbe bene lo stesso. E poi non siamo mica come i gatti, che quando è la stagione e vedono una gatta non capiscono più niente e le devono saltare addosso a costo di finire sotto un tir. Noi possiamo anche pensare e fare ciò che vogliamo fare. Noi possiamo andare contro l'istinto e fare quello che è più giusto per noi.
- Sì, ok, ma tu non puoi capire perchè hai un carattere forte...
Bene, prima non potevo capire perchè non mi ero mai trovata nella situazione, ora non posso capire perchè ho un carattere forte (come se fosse un handicap).
Mi sa che di questo passo non potrò capire mai.
Ma sapete che vi dico? Che ci sono cose e situazioni che non mi interessa nemmeno capire perchè non valgono l'investimento di energia. La giustificazione della sbandata è una di queste.

La Redazione

8 commenti:

  1. Redaz, IO TI ADORO UFFICIALMENTE!!!! Il tuo dialogo con la tua amica mi ricorda ESATTAMENTE un dialogo identico che io ho avuto con una mia amica... e condivido al 100% tutto quello che hai detto. E poi, diciamocelo... sia il "non possiamo capire perchè in quella situazione non ci siamo mai state" che il "abbiamo un carattere troppo forte"... sono due belle st**onzate. Come dici tu, non siamo gatti che non resistono all'istinto... si arriva al tradimento con mille piccoli passi (e quindi ci si può pure fermare prima!), ciascuno dei quali è in grado di ferire sempre più la persona a cui siamo legati. Se si ama non si tradisce, punto. E se si tradisce non si ama, non abbastanza almeno. Io capisco solo questo e francamente non mi interessa capire altro. Penso che tutte le chiacchiere sul tradimento che fanno le nostre amiche (e centinaia di altre persone al mondo) siano dovute solo al fatto che c'è tanta gente che non ama abbastanza e allora si consola "un pò qui e un pò là", convincendosi che sia ugualmente amore e che l'amore vero possa contemplare le cosiddette "sbandate"...

    RispondiElimina
  2. Letto e sottoscritto, se si può non viverle certe situazioni perchè andarsele a cercare?

    RispondiElimina
  3. @Silvia: grazie! Io la penso così. Non so, magari sbaglio, ma credo che non ci si debba accontentare di una vita comoda, ma che si debba cercare almeno un qualcosa nella vita che ci soddisfi appieno e che ci faccia credere che vivere sia più di sopravvivere. La persona con cui stiamo dovrebbe darci tutto questo, altrimenti che senso ha? Certo, con i propri alti e bassi, come in ogni relazione, ma di fondo un amore che non ci fa desiderare altro e che ci ripaga anche di tutte le storture che durante la giornata siamo costretti ad affrontare.
    E condivido appieno che se non possiamo capire perchè abbiamo un carattere forte sia proprio una s*******a: pure a me piacerebbe fregarmene e avere la vita più facile.

    @Insight: non andarsele a cercare e non dedicargli attenzione quando ci capitano tra coppa e collo.

    RispondiElimina
  4. Io non giustifico...
    ma mi trovo d'accordo solo su una cosa... se tu per molto moltissimo tempo rinunci a certi "doveri" di coppia... e si sà che l'uomo ha quella necessita dato che ragiona con la terza gamba... prima o poi cercheranno altrove... chiaramente un ragionamento del genere si può accettare o non accettare...

    delle conoscenti l'altra sera sostenevano che se la sbandata arriva in vacanza... con una persona che non vedranno più la cosa è accettabile... mentre se avviene in un luogo dove la persona la si vede tutti i giorni no!

    io non condivido personalmente, penso che non sarei in grado di perdonare... ma se mi dovessi trovare nella situazione penso che magari potrei cambiare idea... ma non ci metto la mano sul fuoco...
    è comunque una mancanza di rispetto e un solco nella fiducia reciproca.

    RispondiElimina
  5. Ma questa non sei tu vero?! http://www.fpx.it/pam/2011/06/recensione-trattamento-lisciante-brasiliano-alla-cheratina-fatto-da-jean-louis-david/

    RispondiElimina
  6. Il punto è che se uno tradisce, sia perché si sente come i gatti in calore in primavera, sia che abbia una crisi di mezza età, qualcosa nella coppia si rompe. Passami la banalità di dire che una cosa si può aggiustare ma quando è rotta è rotta. Per superare una cosa così ci vogliono i cosiddetti oppure essere estremamente stupidi, dipende dai punti di vista. Altrimenti si andrà in contro ad anni e anni di rinfacciamenti e ripicche e tante cose spiacevoli che rovineranno quel poco di buono che era rimasto.
    Tradire, anche se solo per una botta e via, significa tradire la fiducia della persona che ami e se ami io credo che non potresti MAI neanche solo pensare di farle del male. Nemmeno se la persona che ti fa il filo è super affascinante. Si fa come le persone mature e adulte: si prende nota del numero e in caso la storia in corso dovesse concludersi, lo si ritira fuori... ;-) Che poi anche sta cosa della "botta e via", se una persona è innamorata, pensi che rischierebbe di perdere tutto solo per farsi un giretto con un'altra/o? nella recondita ipotesi, io potrei mettere in dubbio la mia relazione solo per una cosa super importante che proprio non puoi ignorare.

    RispondiElimina
  7. @Lety: si è un ragionamento che si può accettare o non accettare. Io non lo accetto. Se non c'è più il piacere di stare insieme vuol dire che ci sono già dei problemi che devono essere affrontati e non si tratta di problemi che nascono necessariamente dalla persona che si rifiuta.
    Per quanto riguarda il tradimento in vacanza... Per me è pur sempre tradimento. Perchè la persona che amo dovrebbe avere bisogno di una boccata d'aria da me?

    @Emily: no, non sono io :-) Io sono solo qui, sulla mia pagina facebook e su twitter. E' lo stesso solo il template. Non parlerei mai di un trattamento lisciante alla cheratina :-)

    @Giuls: hai perfettamente ragione. Se so che nel momento in cui tradisco metto in pericolo la storia con la persona della mia vita, perchè cavolo lo dovrei fare? Non si fa. E quando qualcosa è rotto lo puoi aggiustare, ma è aggiustato, non torna più come prima. E io non voglio qualcosa di aggiustato...

    RispondiElimina
  8. Che dire?! D'accordo con te al 1000 per 1000, come al solito!!!
    Quelli del "ma tu non puoi capire perché hai un carattere forte" sono gli stessi del "fortunata te che riesci a raggiungere i tuoi obiettivi", ovvero quelli che non hanno voglia di sbattersi, e piuttosto che ammettere che esiste chi si fa il c--o più di loro danno la colpa alla natura avversa. ;-)

    RispondiElimina

Taccodieci wants you!
Lascia un commento...