lunedì 6 maggio 2013

Amore o sindrome di Norimberga?



Succede anche nelle migliori famiglie: l'amico incontra Lei e sparisce.
Un vecchio clichè.
E tu pensi che magari è anche un bene, che sei contenta per il tuo amico che si sta godendo una specie di luna di miele dopo tanta singletudine. Se la meritava, un po' di sfacciata felicità, dopo tutto.

Poi la luna di miele finisce, li vedi insieme e c'è qualcosa che non va.
Inizialmente non capici bene di che cosa si tratti, poi, man mano che lei prende confidenza e "si mostra" per quello che veramente è, ti accorgi che lei lo sta trattando malissimo.
Lo considera una specie di zerbino, gli chiede di pagare la cena ogni volta e di farle dei regali, lo imparanoia come pochi costringendolo a dimostrarle costantemente che lui la ama alla follia (lei invece non deve dimostrare niente, lui deve ritenersi fortunato che lei esista). Oltre a questo, lo mortifica, lo sminuisce, è una fucina di battutine taglienti.
Poi gli dice che deve dimagrire, che non deve lasciarsi andare solo perchè "si è sistemato" (anche se il tuo amico secondo te è sempre uguale), gli chiede di vestirsi meglio, di fare sport, di andare a ballare (e lui lo ha sempre odiato) perchè "[@##°, mica abbiamo cinquant'anni!".

Lui la manda a quel paese senza passare dal via e ritirare le ventimila lire? Macchè.
Lui è innamorato e l'amore fa fare cose stupide, si sa.
Ai tuoi occhi è evidente che lei lo stia trattando come una pezza da piedi, ma ai suoi no. Per lui lei è la sua ragazza, la sua luce in fondo al tunnel e non c'è niente che tu possa dire o che tu possa fare per fargli cambiare idea.
Anzi, tutto quello che dici viene usato contro di te in tribunale per incriminarti dei reati di "gelosia" e "stronzaggine".
Una volta dichiarata la tua colpevolezza vieni messa da parte e lui sparisce di nuovo.

Fino a che si lasciano. Perchè le coppie così si lasciano sempre, almeno per un po'.
Allora lui torna e siccome tu capisci che tutti abbiano un momento di perdita dell lucidità, ti ascolti tutte le sua paturnie legate all'abbandono. Già, perchè è stata lei a lasciarlo, per lui la situazione sarebbe potuta andare avanti all'infinito, visto che era perduramente innamorato.
Succede infine che, dopo un paio di birre per dimenticare, lui sembra che ci arrivi al fatto che lei era solo una stronza e che lo abbia sempre trattato malissimo. Dopo la quarta birra lui dichiara di essere contento di essersi finalmente liberato dalla schiavitù. Dopo la quinta offre un brindisi a tutto il locale e alla sesta ci prova con la cameriera, ma ormai è troppo sbronzo anche per alzarsi dallo sgabello.
Il tuo amico sembra essere tornato a casa.

Fase 4: lui sparisce di nuovo.
Già, perchè non sa come dirtelo che lei è tornata e lui se l'è pure ripresa.
Evidentemente lei non trovava nessuno che si lasciasse trattare come una scimmia ammaestrata e è tornata alla base. Lui è un comodo paio di ciabatte e nemmeno lo sa.
Nella peggiore delle ipotesi che sono tornati assieme lo sai da qualcun altro.
Quando li vedi è sparito tutto: la ribellione, la presa di coscienza, le palpate alla cameriera (delle quali non dovrai mai e poi mia parlare davanti a lei, come si affretta a chiederti il tuo sedicente amico). Lui è tornato lo zerbino di sempre, lei è tornata più stronza che mai.
Tu sei tornata quella che non può dire niente altrimenti è la gelosa che segretamente è sempre stata innamorata del suo amico: ma fammi il piacere.

Solo che a questo punto non ti importa più di dire niente di niente.
Anche se questo non è amore, ma sindrome di Norimberga, non sono affari tuoi. Tu una così col cavolo che te la saresti ripresa, ma tant'è.
Se sta bene a lui, evidentemente non sono poi tanto diversi.

La Redazione

9 commenti:

  1. Sicura che sia Norimberga e non Stoccolma?

    RispondiElimina
  2. sulla base della mia esperienza mi sono convinta che ci sono uomini che hanno bisogno di quella che fa le scenate se lui esce con gli amici o se lavora troppo, di quella che fa le piazzate davanti agli amici perchè magari lui ha fatto una battuta, di quella che lo rimprovera come una mammina, insomma, della classica rompi coglioni.

    RispondiElimina
  3. Il mondo è pieno di coppie così... purtroppo

    RispondiElimina
  4. Io ci ho dato un taglio 15 anni fa con un mio amico proprio perchè la sua ormai ex gli aveva impedito di parlarmi, perchè si vedeva che sotto sotto ero innamorata di lui ed ero solo gelosa perchè non era vero che lo trattava a zerbino! @_@
    Alla fine lei l'ha lasciato e lui dopo 15 anni ha provato a salutarmi ma io non l'ho nemmeno guardato in faccia e bè quanno ce vo' ce vo'!
    Un bacione ;D

    RispondiElimina
  5. quoto Insight, ma è probabile che sia indifferente xD E quanto al post in sé e per sé... secondo me la stronzaggine altrui la si può davvero scoprire solo quando si è lucidi, e soprattutto ci vuole non poco tempo.

    RispondiElimina
  6. @Insight e Mary Blue: io la ricordavo come sindrome di Norimberga, ma mi avete messo la pulce nell'orecchio e quindi l'ho googlata. La cosa curiosa è che gongolando "sindrome di Norimberga" compaiono quasi subito anche risultati per "sindrome di Stoccolma".
    Sono quindi propensa a credere, come dice Mary Blue, che le due espressioni siano equivalenti, anche se chiedo aiuto ufficialmente agli psicologi in ascolto per chiarire il dilemma :-)

    @Amarillys: sai he forse potresti anche avere ragione? Cioè, potrebbe essere vero che gli uomini se ne lamentano sempre, ma alla fine cercano quelle che gli stressino la vita per essere veramente appagati? Comunque, dalle mie parti, questo si chiama "masochismo".

    @Lety: purtroppo per loro! Io sono felice anche così :-)

    @Marianna: quindi pure cercava di trattarti come un piano B? Cercava di farti capire, dopo "soli" 15 anni, che aveva capito che non eri tu la cattiva? Quando si dice "tempismo"...
    Insomma, in linea di principio sono per il perdono, ma dopo 15 anni non mi ricorderei nemmeno più che cosa dovrei perdonare.

    RispondiElimina
  7. Capita spesso, purtroppo...

    RispondiElimina
  8. ...no Redaz, ti citerò un passo della Bibbia, traduco a memoria dal sanscrito ma più o meno recita così: "una donna che non scassa i coglioni è cosa gradita a Dio."

    Per fortuna qualcuna c'è/c'era.
    Quella che si beve la birretta con te ed i tuoi amici senza sentirsi fuori posto perchè è quello il suo posto.
    Meno bene se la birretta è la tua ma lei ne avrà sicuramente messa un'altra in frigo.

    :-)

    RispondiElimina
  9. @Hermosa: si capita spessissimo!

    @Insight: si, sono sicurissima che ci siano anche delle persone normali che ci provano gusto a bersi una birra in compagnia senza complicarsi la vita. Dico che a chi trova una persona così e se la tiene, magari anche se la riprende, sotto sotto gli sta bene così.
    Chi si somiglia si piglia...

    RispondiElimina

Taccodieci wants you!
Lascia un commento...