venerdì 19 luglio 2013

Un uomo lo capisci da come ritira la biancheria


La scena della settimana scorsa è stata la seguente: sono rientrata in casa alle otto passate, mi sono fatta due piani senza ascensore con la borsa, il borsone da palestra e tre borse enormi della spesa in due sole mani e, una volta entrata in casa, prima ancora di staccare l'allarme sono inciampata nella borsa da boxe di FF lasciata letteralmente tra i piedi.
Già questo mi ha fatta innervosire (traduzione dalla lingua delle donne alla lingua dei mortali: ero già in[@##@t@ come una biscia).
Ho staccato l'allarme, ho acceso la luce e lo scenario che mi si è parato davanti era per me apocalittico. Roba da Israele in World War Z dopo che un'orda di zombie ha distrutto tutto, richiamata da un branco di scout che cantano: lo stendino piazzato nel bel mezzo del soggiorno, piatti sporchi e bicchieri vuoti nel lavandino a puzzare dalla sera precedente (e col caldo che fa in questi giorni puzzavano di brutto).
In un vortice di in[@##@tur@ fotonica ho preso il telefono e ho mandato un sms a FF del tipo: "appena rientrata con la spesa sono inciampata nella tua borsa, non hai perso nemmeno dieci minuti per ritirare la biancheria, piatti sporchi e bottiglie vuote nel lavandino. Ma tanto ci penso io, giusto?".

Oggi ho raccontato la disavventura alle colleghe in pausa pranzo e ho avuto modo di rielaborare il quanto criticamente.
Essendo uscita di casa al mattino chiedendo esplicitamente a FF di ritirare la biancheria, visto che sarebbe rientrato sicuramente prima di me, ero strasicura che se ne fosse bellamente fregato e avesse semplicemente preferito uscire in bicicletta con il suo amico.
In effetti, però... lo stendino sarà stato anche in mezzo al soggiorno, ma non era più sul terrazzo.
Questo potrebbe significare che la biancheria lui l'aveva effettivamente "ritirata", esattamente come avevo chiesto. Anzi, lo aveva fatto "letteralmente".
Non avevo specificato che mi sarebbe piaciuto pure trovare i panni piegati dentro agli armadi e lo stendino al proprio posto (che non era certamente davanti alla tv), avevo chiesto che la biancheria fosse "ritirata".

Ci ho riflettuto più attentamente e... la sera precedente avevo chiesto a FF di portare in cucina dei piatti su cui avevamo mangiato un dolce e la bottiglia che ci eravamo portata sul divano.
Non avevo chiesto che i piatti fossero messi nella lavastoviglia e la bottiglia riempita e messa nel frigorifero.
No, non l'avevo fatto.
Quindi, anche in questo caso, FF aveva fatto niente di più e niente di meno di quello che gli era stato chiesto, docile e accomodante.

A quel punto ho capito.
Ho capito che, in quanto donna e come tale Grande Maestra in giri di parole e campionessa olimpica nelle paranoie inutili, non avevo dato le istruzioni corrette ad una mente modello "basic" come quella maschile.
Gli uomini sono diretti.
Mentre noi, tra amiche, ci chiamiamo "Tesoro" e "Cara", loro tra amici si chiamano "Lardo", "Scimmia" e "Onto". Dicono le cose come stanno. Sono completamente incapaci di strategie complesse, di raggiri, di dire per non dire ma pur sempre dire.
Le cose, agli uomini, di conseguenza vanno dette così come stanno, tipo: "quando torni a casa ritira la biancheria, piegata e mettila al proprio posto. E già che ci sei, per cortesia, ripiega lo stendino e mettilo via". L'uomo avrebbe protestato, avrebbe sbuffato, si sarebbe scocciato da morire, ma se lo avesse fatto avrebbe compiuto di sicuro la sequenza completa.

Io, questo modello di ragionamento, agli uomini glielo invidio molto.
Non puoi mai veramente essere certo di cosa pensi una donna, sui pensieri di un uomo ti ci puoi giocare lo stipendio serenamente. Sono così, come li vedi, e pensano di te esattamente quello che dicono.
Capissero pure che per "ritirare la biancheria" intendiamo in realtà dire un sacco di cose, sarebbero quasi perfetti.

La Redazione

PS: nel caso ve lo steste chiedendo, la sera del "fattaccio" la mia reazione con FF è stata tale che, da quel momento, riga più dritto di un fuso. Anzi, scusate, devo andare ad aprire: FF è tornato dalla biblioteca, si è offerto di andarci al posto mio per lasciarmi tranquilla a scrivere questo post ;-)

13 commenti:

  1. Mio marito usa le parole di un comico di Colorado Caffe: "Tu dimmi cosa devo fare, e io lo faccio!" Secondo me gli uomini fanno tutti i finti tonti ..... altrimenti sono tutti scemi!

    RispondiElimina
  2. Quanto hai ragione! Io a volte mi dico che basta dargli i giusti comandi per ottenere un risultato decente. Però ci dev'essere una falla nel sistema che auto-resetta le informazioni precedenti. No, perchè non sarà mica la prima volta che gli chiedi di ritirare la roba stesa??
    ;)

    RispondiElimina
  3. La prima cosa che ho pensato nel leggere il titolo è stata: "Ah, perché gli uomini ritirano la biancheria?!?" :-D
    Ok, io dovrei ringraziare il Cielo sempre e comunque perché - come ho già detto - il maritino è un brav'uomo di casa tendenzialmente, ma in 3 anni ha ritirato le cose stese forse 3 volte, quando c'era qualche mega temporale e quindi era un'emergenza; per altro, le ha lanciate sull'asse da stiro tutte aggrovigliate e chi s'è visto s'è visto! :-D

    RispondiElimina
  4. Beh oddio, penso che sia abbastanza chiaro che se uno dice ritira la biancheria intende anche mettila a posto come si fa di solito, a meno che non sia la prima volta in assoluto che lo fa/vede farlo... Idem i piatti... Se uno fosse un attimo più maligno potrebbe tacciarli di stupidità, gli uomini... :P

    RispondiElimina
  5. :-D Come sempre questi tuoi post mi fanno morire dal ridere!! Quanto hai ragione: e noi che ci inca...amo di brutto quando loro non fanno niente di più, niente di meno di quanto richiesto. E ci guardano con gli occhi da cane bastonato quando capiscono che ci aspettavamo altro! Sarà che per noi è normale tenere in piedi una casa intera, insieme al lavoro e all'eventuale famiglia, che se dovessimo dare istruzioni al nostro cervello così lunghe non finiremmo più. Altrochè "ritira la biancheria, piegala, riponila negli armadi, metti a posto lo stendino". Noi siamo sintetiche, pratiche e... sempre di corsa. Comunque FF è stato bravo dopo il tuo sms! ;-) p.s. se sei interessata, c'è in corso un giveaway libresco su "rumore di fusa". A presto e buon weekend!!

    RispondiElimina
  6. guarda, fosse tutto qua, una potrebbe anche perdere 10 minuti una volta nella vita a spiegare il significato completo di "ritirare la biancheria". sai però qual è il problema? che resettano la memoria una volta completato il compito, e quella successiva torneranno a pensare che "ritirare" voglia dire "portare dentro" :(

    RispondiElimina
  7. @Daniela Bi: deve essere proprio comodo avere qualcuno che ti dice esattamente che cosa fare, senza fare alcuno sforzo creativo...

    @Ciccola: che abbiano problemi di memoria?

    @ImperfectWife: quindi anche ImperfectHusband è un uomo normale :-)

    @Maria: no, non penso sia stupidità. Penso che diamo per scontato che per loro ritirare la biancheria significhi la stessa cosa che significa per noi, semplicemente.

    @Silvia: si, gli occhi da cucciolo pentito sono il massimo!!! E FF è stato proprio bravissimo a farsi perdonare :-)
    Vado ora a vedere il giveaway!

    @Seleapi: è la stessa cosa che ha notato anche Ciccola. Una volta che hanno capito un'informazione la resettano. Ma perchè?

    @Valentina: Grazie!!!

    RispondiElimina
  8. Il mio anche se glielo dicessi esplicitamente non lo farebbe....

    RispondiElimina
  9. Moky, hai tutta la mia comprensione!!!

    RispondiElimina
  10. John Gray (se non L'hai letto devi troppo leggerlo) ti direbbe che è esattamente così, e io non sono ancora stata in grado di farlo, ma la figlia della mia collega (che lavora e si sta prendendo la seconda laurea) lascia sul frigo messaggi al fidanzato:"passa a prendere la roba in lavanderia e mettila nell'armadio in alto, pulisci il bagno sia sul pavimento che nella doccia..etc etc" e funziona!!!

    RispondiElimina
  11. oh sì sì... storia conosciuta!
    eppure sai che esistono uomini che le cose le fanno in autonomia?

    la cosa più fastidiosa però è quando ti danno un buffetto e ti dicono sorridendo "sei un po' limitata" quando non capisci magari un passaggio sportivo oppure non hai il quadro completo dei tutte le strade, autostrade e tangenziali intorno a casa vostra!
    ..limitata io??????

    RispondiElimina
  12. Quanto hai ragione e quanto ti capisco... ieri ho chiesto a P. di portare i piatti (abbiamo mangiato in salotto) in cucina... con tanto di tovaglioli ecc...

    Quando sono andata in cucina ho trovato i piatti nel lavandino con sopra i tovaglioli... WTF?

    Ora capisco sua madre che a casa gli ha lasciato i bigliettini sulle cose esplicite da fare in sua assenza.

    RispondiElimina

Taccodieci wants you!
Lascia un commento...