giovedì 7 agosto 2014

Le posizioni preferite dalle donne

Ok gente: mettete a nanna i pupi che qua si parla di "roba grossa"...
Mi rivolgo a voi, sparuti maschietti che non lo dite in giro ma frequentate le pagine di questo blog: aprite gli occhi e le orecchie.
Perchè se c'è una cosa che gli uomini vorrebbero proprio conoscere sono le posizioni che ci fanno impazzire. Quelle che ci fanno perdere la testa più di una quindicina di Martini, quelle per le quali faremmo qualsiasi cosa, quelle per cui potremmo volere un uomo per il resto dei nostri giorni.
Siete pronti? Badate che non sono affatto posizioni facili, per un uomo.

La posizione delle scuse
Si tratta di una posizione difficile da assumere soprattutto per coloro che sono tendenzialmente testardi come mufloni di montagna.
E' una posizione che può avere delle varianti: mani giunte, mazzo di fiori come scudo... In tutte le forme la posizione delle scuse prevede però sguardo contrito e tono di voce insicuro.
Giusto per la cronaca: non è necessario che siate effettivamente convinti di avere torto perché si tratta di una posizione che, oltre a portare innumerevoli benefici alla vita di coppia, evita anche uragani emotivi che potrebbero radere al suolo l'ego (e talvolta anche le fiancate dell'auto) di un uomo neanche fosse la casetta di paglia dei tre porcellini.

La posizione dell'adorazione
La location per la posizione dell'adorazione è quasi obbligata: il ristorante.
Anche questa posizione può presentarsi sotto varie forme, quindi come riconoscere quella efficace? Semplice: quella efficace è tipica dell'ascoltatore attento. Mani che sfiorano le mani di lei, sguardo che guarda AL DI SOPRA del suo decoltè.
La posizione dell'adorazione è ancora più efficace se accompagnata da qualche domanda che lasci intendere alla donna che la state effettivamente ascoltando. Fantastico sarebbe che tutto si potesse trasformare in un vero e proprio dialogo: un uomo con cui parlare è spesso meglio dei preliminari!

La posizione della spesa
Nel caso siate già abbastanza intimi da fare la spesa assieme la scena che spesso si vede in giro è quella nella figura qui sotto.
Lasciatevelo dire: è una scena pietosa.
La posizione che le donne adorano è quella in cui l'uomo si china a raccogliere le buste e le porta, in virtù dei suoi possenti muscoli. Se pensate di diventare in questo modo uno zerbino pensate al lato pratico della faccenda: rimboccate le maniche e lasciate che siano le borse del supermercato a far mettere in mostra i vostri bicipiti scolpiti e non qualche assurda posizione da palestrato che pensavate di assumere passandole il sale.
Se poi le borse della spesa sono quelle di Zara o di qualche altro negozietto sfizioso di abbigliamento femminile l'effetto della posizione sarà ancora più assicurato. In questo caso, però, la posizione prevede un allenamento preliminare a ginseng per resistere ad estenuanti attese fuori dal camerino.

La posizione della portiera dell'auto
Una posizione antica, lo ammetto. Tanto antica che non ho trovato che un'illustrazione d'epoca. Si dice che sia una posizione estinta dal paleolitico, ma proprio per questo ancora più utile per l'uomo che vuole veramente colpire una donna: le donne non sono forse quegli esseri che si scimuniscono ogni volta che guardano Casablanca?
E' un classico: lui scende dall'auto, gira attorno alla stessa, apre con decisione la portiera di lei e con un cenno la invita a scendere. Proprio come se si trattasse di Kate Middleton (o Pippa).
La coreografia ideale è quella di un giorno di pioggia e lui regge un ombrello, ma vi assicuro che anche in pieno agosto è una scena che fa sempre un certo effetto.

La posizione dell'inginocchiato
Se c'è una posizione che proprio ci fa sbarellare è questa.
Fanc**o la location, fanc**o se non sarete sulla cima dell'Empire State Building ma in piazza a Cittadella: il successo della posizione sarà certo come la gravità.
E se non sarà grazie alla posizione, lo sarà di certo grazie al megadiamante che casualmente tirerete fuori dalla tasca della giacca.



La Redazione

8 commenti:

  1. Ribadisco: Redaz for president!!! Queste posizioni sono una meglio dell'altra, ma la perla di saggezza assoluta per me è: "un uomo con cui parlare è spesso meglio dei preliminari!" (con la differenza che è molto più raro dei preliminari, ahimè)... bravissima, condivido in tutto... ma non è una novità questa, perchè sono una donna. Maschietti all'appello, per favore leggete, leggete e imparate questo post come fosse una Bibbia!!! ;-)

    RispondiElimina
  2. Il mio caro maritino manca di posizione delle scuse, posizione di portiera dell'auto e posizione dell'inginocchiato (e mancherebbe pure il diamante per essere onesti)...per il resto non mi posso lamentare :)
    Comunque; uomini! Leggete questo post!

    RispondiElimina
  3. Chi capiterà qui con intenti lussuriosi, resterà comunque soddisfatto per le risate che queste intramontabili posizioni gli scateneranno XD

    RispondiElimina
  4. certo che dopo aver insistito tanto sulla parità...

    RispondiElimina
  5. @Silvia: ahahah! Grazie infinite!!! Ma penso proprio che i maschietti si fermeranno alle prime 5 righe!

    @Peggy Lyu: il mio pecca molto nella posizione della spesa, ma per il resto tutto ok! La posizione dell'auto? No, non la considero nemmeno :D

    @Sognatrice: felice di averti fatta ridere!!! Obiettivo centrato ;-)

    @Neerea: parità non significa essere uguali, non significa parità di trattamento. Significa parità di diritti, di dignità e di possibilità. Su questo io insisto.
    Non sono una di quelle femministe che bruciano i reggiseni, se mio marito ha la febbre lo curo e lo coccolo e spero che lui faccia lo stesso con me. Anzi, per certi versi ce l'ho a morte con il femminismo che ha negato il nostro essere donne: le femministe hanno lottato perché la donna diventasse uomo quando forse avrebbero dovuto battersi perché l'uomo diventasse un po' più donna (nel senso che si prendesse un po' più cura della famiglia, della casa, degli affetti, delle incombenze extra lavorative, troppo spesso relegate a noi, o almeno imparasse a dire "grazie" e a rispettare chi tutto questo lo fa). Certo il post è provocatorio, non pretenderò mai che mio marito mi apra la porta dell'auto, ma che dire della posizione delle scuse? O quella della spesa? Non si tratta di parità, si tratta di educazione e di rispetto.

    RispondiElimina
  6. Bellissimo post...sono tornata finalmente più entusiasta ed energica che mai e con un nuovo blog visto che quello di prima me lo hanno sbarellato gli hacker (se si scrive così!!!) Se ti va passa a trovarmi...http://universodonnayr.blogspot.it/
    Baci Redaz

    RispondiElimina

Taccodieci wants you!
Lascia un commento...