lunedì 14 settembre 2015

Le amiche sono una cosa meravigliosa

"Per fare una gnocca ci vuole un intero villaggio"
Antico proverbio

Sabato 5 settembre era il giorno X.
In gravidanza dicevo spesso che per il 5 settembre sarei tornata a essere gnocca: avrei perso i kg in più, sarei tornata nei miei vestiti e ne avrei acquistato uno splendido per il matrimonio a cui avrei dovuto presenziare.
Ero infatti stata invitata ad un matrimonio e non avevo nessuna intenzione di comparire con pancetta, capelli patetici e un vestito sformato. Nossignore.
Il 5 settembre doveva essere la data di scadenza della cessitudine, e così, grazie alle mie amiche, in un modo o nell'altro è stato.

Lunedì
- Mamma, se prenoto il parrucchiere vicino a casa tua per sabato mattina puoi accompagnarmi? Così intrattieni Superboy.
- C'è bisogno di chiederlo?
- Fantastico, grazie.
Capelli pianificati.

Martedì
- Vale: sono nel panico.
- Perchè?
- Non trovo un vestito nero per il matrimonio di sabato.
- Sabato questo?
- Sì!
- Tesoro, sei messa male allora.
- Il fatto è che non mi sta bene niente! Sono cicciona, brutta, flaccida, squallida. In più devo trovare un vestito che faccia il miracolo di farmi gnocca e che sia anche adatto a far mangiare Superboy: impossibile.
E così la mia amica Vale mi porta in men che non si dica una borsa di vestiti neri. Solo che la mia amica Vale pesa quanto una mia gamba (beata lei), per cui nessuno dei suoi abiti mi sta bene.
Dalla borsa ecco però che spunta anche... una pancerina! Cosa che inizialmente aborro, ma che poi provo e mi dico "massì, per un giorno la pancia piatta artificiale me la voglio proprio godere!".

Mercoledì
Mercoledì è il giorno della Princess. Mi chiama per annunciarmi che ha rovistato nel proprio guardaroba e pure in quello di sua madre e ha trovato un nuovo borsone di abiti neri.
La sera passo quindi per casa sua a prenderlo.
Li provo e... Ragazze, non ci crederete mai, ma indosso una tutina nera con collo a barchetta e mi sento di nuovo, dopo circa un anno, incredibilmente gnocca. Assieme alla pancerina mi sento pure incredibilmente magra.
Ed era una sensazione che mi ero ormai praticamente dimenticata.

Sabato
Sabato mattina operazione parrucchiere completata entro le nove.
Il mio parrucchiere fa miracoli: resuscita i miei capelli e mi fa una acconciatura raccolta, così che Superboy non possa strapparmi ciocche intere, e alle sette del mattino mi fa pure un massaggio di benvenuto alle spalle.
Poi passo a casa dei miei lì vicino e, mentre una nonna in brodo di giuggiole spupazza Superboy, io ho il tempo per truccarmi con calma e infilarmi la strepitosa tutina assieme a un paio di meravigliose tacco dieci che avevo nell'armadio e che aspettavano solo un'occasione per vedere di nuovo il mondo.



Ed ecco che, complice una botta di culo spaventosa, parcheggio davanti alla chiesa un secondo prima che arrivi l'auto della sposa, classicamente in ritardo, e ne scendo in forma come non ero da mesi e mesi.
Mesi persi dentro vestiti informi e vecchi, che mica mi andrò a comprare abiti nuovi e carini fino a che non rientro nella mia taglia.
Sono così felice che mi passo tutta la messa in piedi, con oltre sette kili di Superboy in braccio, in un paio di tacco dieci e non sento nemmeno un leggero fastidio: miracoli dell'autostima, ma soprattutto miracoli delle amiche!

La Redazione

PS: ci tengo a precisare solo una cosetta. I kg che ho in più rispetto a "prima di Superboy" sono solo 2,5, anche se nessuno ci crede... 

Nessun commento:

Posta un commento

Taccodieci wants you!
Lascia un commento...