mercoledì 23 settembre 2015

Papà VS cambio


Premessa: sono infinitamente grata a FF per essere il papà che è. 
Ovvero uno di quei papà che in ufficio parla coi colleghi della qualità della cacca di Superboy (non negare, me lo hanno riferito proprio i tuoi colleghi...). Un papà che torna a casa la sera per giocare con lui, che non importa quanto sia stanco o stressato perchè trova sempre le energie per fargli fare l'aereo e vederlo ridere.
Tuttavia.
I papà hanno poco feeling con il cambio, c'è niente da fare.
Suppongo sia qualcosa legato alla genetica, non posso immaginare che per cattiva volontà la mente di un uomo riesca a partorire scene così esilaranti.

Tutte e due le volte che FF ha cambiato da solo Superboy mi sono pisciata addosso dalle risate.

Episodio 1
- Amore, vesti tu Superboy per uscire?
- Va bene, dove trovo i vestiti?
- Te li ho già preparati sul fasciatoio.
Poco dopo compare FF trionfante con Superboy tutto bello vestito.
- Amore, gli hai messo la tutina storta.
- No, è dritta.
- E' storta: ha le tasche sulla schiena.
- Di quali tasche stai parlando?
FF gira Superboy: "oh".

Episodio 2
- Nooo, Superboy ha cacato ovunque! Devo cambiarlo!
- Ok, fai tu? Grazie mille!
Poco dopo compare FF trionfante con Superboy tutto bello vestito. Per la seconda volta. E Superboy sorride, perchè nella sua infinita innocenza non capisce che papà lo ha conciato come un pagliaccio.
- I pantaloni gli stanno un po' stretti ma se li lascio un po' aperti possono andare, no?
- Amore, anche no...
- Perchè?
I pantaloni non sono semplicemente "un po' aperti", ma sono la patta spalancata e Superboy è stretto nel pantaloncino come la maionese nel tubetto.
Nessun problema, togliamo i pantaloni e decidiamo che fa ancora abbastanza caldo per portarlo fuori solo con il body.
E' solo più tardi, ormai fuori casa, che guardo meglio Superboy e mi accorgo che di body FF gliene ha messi due, uno sopra l'altro. Dio solo sa perchè.

Non ce la possiamo fare.
Dio ha visto giusto quando ha creato i papà, ma di sicuro non li aveva pensati per vestire i propri figli.

La Redazione

Nessun commento:

Posta un commento

Taccodieci wants you!
Lascia un commento...