mercoledì 7 ottobre 2015

Cornuta e mazziata, soprattutto mazziata, da una febbre nemmeno mia

Per prima cosa sale l'ansia.
Ti capita quando tuo figlio una notte piange da un paio d'ore e poi all'improvviso fissa il vuoto e inizia a ridere senza essere (dio me ne scampi!) un famigerato bambino indaco.
Così gli misuri la febbre, dopo aver guardato un tutorial su youtube su come si prende la temperatura rettale, e la scopri altissima.
Cerchi di mantenere la calma e gli dai la tachipirina, visto che sei una mamma previdente che ce l'ha già in casa e si è già informata sul dosaggio.

Dal momento che sei una mamma, tuo marito suppone che tu sappia tutto, tipo: tra quanto farà effetto? Sei sicura che farà effetto? Sei sicura che non avrà reazioni allergiche?
No, [@##°, non sono sicura di niente! Ma tengo i nervi saldi e chiamo la guardia medica, che mi consiglia, vista la tenera età di Superboy,un giretto al pronto soccorso, dopo avermi rassicurata sul fatto che, vada come vada, non ho causato alcun danno permanente a Superboy con la tachi.
Quindi via di giro al pronto soccorso: olè!

E qui divento una mamma paranoica.
Mi dicono che mio figlio con poco meno di quaranta di febbre sta bene.
Già, come dargli torto visto che Superboy, come un provetto Dr Jeckill e Mr Hide dispensa sorrisi a destra e a manca e si lascia manipolare come se fosse di pasta di sale? E come glielo spiego che a casa rideva agli angeli e faceva scene tipo "l'esorcista"?
Morale della storia: è da mercoledì scorso che sono "mamma paranoia".
La febbre non scende nemmeno con la tachipirina, Superboy urla giorno e notte, ma i medici mi dicono in continuazione "signora, il bambino sta bene! Febbre a parte sta benone, non vede come sorride?".
La pediatra arriva a dirmi "mamma, non può andare al pronto soccorso per ogni lineetta di febbre!".
Avrei dovuto riprenderlo mentre era a casa.

E' da mercoledì scorso che non dormo nemmeno decentemente.
Superboy, che ha sempre amato il lettino, da malato ha deciso che l'unico modo per dormire un'ora di fila (mica una notte eh...) è dormire abbracciato a me nel lettone.
Povero piccolo, lo capisco. Solo che tra la paura di schiacciarlo e quella di soffocarlo non è che in quella oretta io riposi molto bene eh.
Man mano che la febbre passa Superboy si stacca dall'abbraccio ma non molla il lettone, e io, che già dormo normalmente in un terzo del letto causa apertura a stella di FF nell'istante in cui si addormenta, mi trovo a dormire in una fascia di venti centimetri di materasso: FF a stella, Superboy di sbiego.

Come dormo in condizioni normali

Come NON dormo con Superboy nel lettone
E' sempre da mercoledì scorso che nemmeno esco se non per andare a farmi prendere per i fondelli dalla pediatra o al pronto soccorso (eh sì, abbiamo fatto un altro giretto visto che passata la febbre sono comparse macchie su tutto il corpo).

Sabato sera pensavo di potermi consolare con una pizza a domicilio ma no, nemmeno questa.
Perchè? Perchè la tachi, la febbre, o più semplicemente la sfiga hanno fatto diventare stitico Superboy. E se "lui" è stitico, "io" devo mangiare solo verdurine, frutta e zero dolci, carboidrati e bibite gassate.

Oggi Superboy ha ripreso a giocare e a sorridere. E a fare la cacca.
Lui si sta riprendendo, è fresco come una rosa. Io sembro fresca di frontale con un tir, invece.

La Redazione

3 commenti:

  1. se dopo giorni di febbre alta sono comparse macchie (una volta passata la febbre)... non sarà sesta malattia? non te l'hanno proposta come interpretazione? mio figlio l'ha avuta proprio così.
    detto questo, il termometro puoi benissimo metterlo sotto l'ascella.
    e sinceramente non so chi ti abbia detto che se tuo figlio è stitico devi mangiare determinate cose... credo che siano le solite balle sull'allattamento che si tramandano da generazioni senza alcun fondamento scientifico. fra l'altro, non ti ha spiegato il pediatra che un bambino allattato al seno NON può essere stitico? è tutto fisiologico, stai tranquilla!

    RispondiElimina
  2. Mi hanno detto che ci sono molti virus che provocano questa reazione, ma nessuno grave, quindi di stare serena.
    Sulla stitichezza: ho incorniciato il tuo commento e l'ho mostrato a FF, che nei giorni scorsi è stato il mio carceriere ahahah!
    E il termometro... Che tragedia! La nonna diceva che andava solo sul culetto, al pronto soccorso mi hanno detto dell'ascella: che sollievo! Sia per me che per lui!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si, nella maggiorparte dei casi le febbri come arrivano vanno via. nel momento in cui l'hanno visitato e non presenta altri sintomi... bisogna solo avere pazienza (tanta!).
      sulla stitichezza, pensa che il mio secondo una volta non ha fatto cacca per 5 giorni. il pediatra mi ha detto che a meno che non sta proprio male (e in quel caso lo si "aiuta") non c'è problema.
      per il termometro, vedrai che arriverà il giorno che neanche lo userai più. non è così indispensabile sapere la temperatura al centesimo di grado, se è caldo te ne accorgi, la tachipirina gliela dai se lo vedi che non sta bene... anche la regola dei 38.5 non è da prendere alla lettera (nel senso che se è infastidito gliela dai anche se non ha la febbre alta, se ha la febbre alta ma non è infastidito - improbabile - puoi anche non dargliela).
      ti consiglio questo sito, se non lo conosci già: http://www.autosvezzamento.it/ ti tornerà utile soprattutto con lo svezzamento ma ci sono tanti articoli interessanti anche su allattamento & co. e generalmente supportati da letteratura scientifica e buon senso. ;-)

      Elimina

Taccodieci wants you!
Lascia un commento...