giovedì 25 agosto 2016

Ma dove hai la testa? - Il disastro pre-partenza annuale e il mistero delle borse delle donne

Ogni anno FF combina un disastro. E' ciclico.
Così come i serial killer hanno una fase di latenza in cui accumulano e una in cui si sfogano e qualcuno ce ne rimette le penne, così lui ogni anno combina un disastro.
Un anno ha scassinato la serratura dei vicini sbagliando il pianerottolo e credendo fosse casa nostra, un altro anno ha intasato il water la sera della vigilia di Natale con tutti i parenti in arrivo...
Quest'anno invece è toccata a me. Non a Natale ma a ridosso della partenza per le ferie.

Ecco, è andata che ieri mi sono fermata a fare alcune spesucce nel supermarket cinese a circa un km da casa (sì, lo so cosa state pensando, ma che colpa ne ho se i detersivi costano meno che al super?).
Parcheggio e nel mentre mi chiama FF:
- Ciao, puoi comprare anche delle batterie stilo?
- Uff, speravo mi chiamassi per dirmi che mi ami alla follia, ma ti comprerò lo stesso le stilo.
Presa dalla conversazione scelto dall'auto e infilo le chiavi distrattamente nella borsa.
Grave, gravissimo errore.

Entro nel supermarket e faccio i miei acquisti.
Arrivo alla cassa, pago, esco, cerchi le chiavi dell'auto nella borsa... Cerco le chiavi dell'auto nella borsa... Ho detto: cerco le chiavi dell'auto nella borsa! Ma dove [@##° sono le chiavi dell'auto?

Panico.

Vuoto la borsa sul cofano (e uno) e non ci sono.
Rientro nel supermarket, chiedo alla cassiera se per caso le ho lasciate lì ma non ci sono.
Ripercorro tutto il tragitto fatto nel negozio, ma a terra non ci sono.
Nel frattempo mi si avvicina una commessa cinese che parla italiano come io parlo mandarino e mi chiede cosa sia successo. Non so come riesco a farle capire che non trovo più le chiavi dell'auto.
In meno di tre secondi compaiono altri tre ragazzi cinesi (anche se dar loro un'età è un'impresa) che mi aiutano e iniziano a cercare come matti le mie chiavi.
Io ripercorro di nuovo il tragitto fatto all'interno del negozio a quattro zampe, guardando sotto gli espositori. Un ragazzo passa con una scopa alla ricerca di eventuali oggetti a terra, un altro smonta i battiscopa dagli espositori per vedere se le mie chiavi siano finite la sotto.
Niente di niente.

Torno alla cassa e con la cassiera a fianco vuoto completamente la mia borsa (e due), trovo un pacchetto di gomme che avevo perduto nel 97 ma delle chiavi nemmeno l'ombra.
Esco e verifico che l'auto sia effettivamente chiusa, poi mi faccio anche il parcheggio a quattro zampe per controllare che le chiavi non mi siano cadute.
Bella scena insomma. Scommetto che se la cercate su youtube la trovate, visto che avevo anche la mini.

Rientro nel negozio e nessuno nel frattempo ha trovato le chiavi.
Mi piazzo sopra un bancone sgombro e con l'aiuto di un'altra commessa cinese vuoto per la terza volta la mia borsa, in preda alla disperazione.
Le chiavi si sono volatilizzate.

Giungo alla conclusione che qualcuno deve averle rubate.
Non c'è altra spiegazione.

Lascio il mio numero di telefono alla cassiera così che possa chiamarmi nel caso trovasse la chiave facendo le pulizie del negozio e chiamo FF che, del tutto inspiegabilmente, non si arrabbia, anzi, senza fare alcuna storia veste Superboy e a piedi si incammina per venirmi a recuperare con la chiave di riserva.
Presa da uno slancio di amore verso FF, mentre lo aspetto decido di comprare una maglietta con scritto "I love my husband" in offerta a pochi euro.

Il nuovo capo "mai più senza" del mio guardaroba

Sempre mentre lo aspetto chiamo il centro assistenza spiegando la situazione e chiedendo come fare per avere un duplicato della chiave. Mi rispondono che devo andare di persona con i documenti dell'auto e, al modico costo di 100 euro, mi faranno avere il duplicato entro 5 maledetti giorni lavorativi.
Merda.
E noi dobbiamo partire per le vacanze (guarda caso una vacanza in auto a ottocentoerotti chilometri da casa) dopodomani. Non abbiamo cinque giorni lavorativi!

Amen.
Non abbiamo alternative.

La giornata procede e io dentro di me maledico chi mi abbia rubato le chiavi dalla borsa.
FF si azzarda a chiedere "sei sicura che non siano in borsa?" e io a momenti me lo mangio vivo, perché porcazzozza la borsa l'ho vuotata completamente tre volte, due delle quali in presenza delle commesse cinesi.

Ci rassegniamo: partiremo con una sola chiave dell'auto, che diventerà la cosa più preziosa che ci porteremo in vacanza.
Decidiamo pure di andare a pranzo fuori.
Dopo aver parcheggiato sotto casa prendo la borsa per scendere, ma malauguratamente la prendo dal fondo senza accorgermene, così che tutto il suo contenuto si vuota sul sedile. Ed eccole lì, le dannatissime chiavi dell'auto. Davanti ai miei occhi.
Erano nella borsa.
Roba da far invidia a Houdini.

Da questo deduco che le borse di noi donne abbiano qualcosa di demoniaco. Una specie di vita propria e possano inghiottire e risputare fuori le cose a proprio piacimento.
Non mi fiderò mai più della mia borsa.

Come è finita con FF? E' finita che quando gli ho fatto vedere la chiave ritrovata, con un sorrisetto tiratissimo, per fortuna indossavo già la t-shirt con scritto bello in grande "I love my husband" e non ha avuto il coraggio di infierire.

La Redazione

1 commento:

  1. Oh Redaz, come ti capisco!! E' capitato anche a me, per fortuna senza fidanzato (ormai marito!) al seguito che potesse dirmi qualcosa... attimi di panico puro, poi l'illuminazione: la dannata borsa aveva un buco nella fodera, la chiave si era infilata dentro e non si vedeva! Forse si è capitata la stessa cosa? Comunque la maglietta è stupendissima e FF se la merita! ;-)

    RispondiElimina

Taccodieci wants you!
Lascia un commento...