Le bugie hanno le gambe lunghe e il tacco dieci



Uscito per la prima volta nel 2011 grazie alle Edizioni R.E.I., ripropongo ora il mio romanzo d'esordio in chiave rivisitata, con una nuova strepitosa copertina firmata dalla bravissima Daniela Cristini.

Il libro è finalmente disponibile sulle seguenti piattaforme:


  


A brevissimo anche per Kobo!

Finalmente disponibile anche IN CARTACEO su lulu.com ad un prezzo eccezionale!



Per contattare l'autrice è sempre disponibile l'indirizzo email: posta.taccodieci@gmail.com.

Alice è decisamente una ragazza felice: lavoro noioso ma tranquillo, fidanzato ricco, bellissimo e follemente innamorato e un paio di amiche super fidate con cui condividere la vita di fronte ad un aperitivo.
Un giorno però il mondo le crolla addosso. Viene licenziata in tronco e da qual momento sarà un’escalation di sfortuna. Il desiderio di fingersi indipendente e matura (perché a trent’anni una donna dovrebbe essere matura, no?) la porterà a fare le scelte sbagliate, a costruire un castello di bugie dal quale sembrerà proprio non avere scampo.
Un fidanzato profondamente deluso e un’amica doppiogiochista non le saranno certo d’aiuto in questa ricerca di una nuova stabilità e, in definitiva, di una se stessa sicuramente più onesta e responsabile.
Per ricostruirsi una vita Alice potrà contare solamente su una nuova famiglia allargata incasinata e particolare, un gruppo di nuove amiche sincere e grintose e sul suo senso dell’umorismo, che la porterà ad affrontare ogni disavventura senza mai perdere la voglia di migliorarsi.

Leggi il prologo

Della stessa serie "Voglio un matrimonio in Sergio Rossi".

Dicono del mio primo romanzo
"Non so se sia perchè è ambientato a Padova o cosa, ma mi ha preso un casino! Non riuscivo a smettere di leggerlo!"
La Fra

Ebbene si, l'ho già finito!
Questo romanzo lo definirei a dir poco stupendo, scoppiettante e coinvolgete!!! Da quando l'ho iniziato non ho fatto altro che chiedermi come sarebbe andata a finire, perchè la storia è stata davvero trascinante!
Alice è una ragazza normale, come tutte noi e mi ricorda un po' me sotto certi aspetti (nome a parte): odia essere un peso per le persone che ama, cerca indipendenza, ma anche amore e amicizia sinceri. Mi sono trovata, come credo anche le altre lettrici, a tifare per Alice, perchè riuscisse a mandare al diavolo le difficoltà e reagisse, rendendomi conto che spesso è più facile a dirsi che a farsi.
Un romanzo per donne, ragazze e madri che vogliono divertirsi e ricordarsi che la vita di una persona normale può anche essere avventurosa.
Mia cara Redaz, tu hai un dono!! E lo dico con la stessa convinzione e grinta di Hagrid quando disse: "Tu sei un mago, Harry!"!!
Aspetterò con trepidazione il seguito!

 Alice C.

"Bravissima, hai scritto un libro bellissimo. Quando avevo la tua età mi sarebbe piaciuto leggere un libro così perchè mi avrebbe fatto avere meno problemi. Penso che tutte dovrebbero leggere il tuo libro."
La mamma

"E' bellissimo!!! Sei davvero brava :) ma veramente! Volevo leggere una decina di pagine stasera, ma poi non ho resistito e sono arrivata alla fine ^^ mi è piaciuto un sacco, complimenti :) voglio il seguito ora!"
La Princess

"Naturalmente i miei complimenti.
Sapevo del libro, mi aveva colpito l'eccentrico ed originale titolo.
Brava.
Della cosa non sono xò meravigliato, immaginavo che prima o poi avresti dato modo di manifestare le tue capacità."
Max
"Brava, congratulazioni!!!!"
Elisabetta
"Nooooooooooooooooooooo, non ci credo....sei troppo grande!!!
Vaiiiii!!!"
Valentina
"Sono contentissima.. sei troppo brava.. TE LO MERITI TUTTO!!"

Laura 

"COMPLIMENTISSIMI!!!!WOW, DAVVERO BRAVISSIMA....ti ammiro molto perchè non è da tutti portare avanti i propri sogni....."
Zelide

"L'ho detto alla Stefi proprio l'altra sera che è bello finalmente vedere una persona capace che riesce con le sue forze a combinare qualcosa di buono.
Sappi solo che spinto dal tuo esempio ho ripreso in mano un vecchio progetto (leggi romanzo) e l'ho finito in un mese e mezzo, proprio ieri. Puoi immaginare la soddisfazione, no?"
Michele
"Devo dire che la presentazione è molto invitante e l'ambientazione non può che essere riconosciuta che come propria da tutta la tua generazione!
Insomma un prodotto con le calamite, che merita l'attenzione di questa che è anche la tua biblioteca..."
Ivano
"Scrivi bene. E' divertente leggerti."
IS (Il Suocero)
"Ho finito di leggere il libro ora: mi è piaciuto un sacco! Attendo con ansia il seguito, davvero :-) Poi, sbaglio o mi pare di aver colto un sacco di riferimenti a particolari reali?"
Elena
Passato il delirio da pigiama ieri sera, mi sono acquattata a letto con il barbuto e ho letto gli ultimi due capitoli del tuo libro.
Avevi chiesto il mio parere ed eccolo che arriva...
Giuro avrei voluto scrivere "si è bello ma....." lo trovo fantastico però..."
I ma e i però non sono riuscita a trovarli. Avrei voluto scriverti che la storia, forse, è un po' scontata ma non è così perche non mi sarei mai aspettata che...
Sulla fine vorrei dirti qualcosina. Così come mi hai lasciata sappi che ti tartasserò almeno una volta alla settimana per spronarti a finire il secondo libro...mi hai lasciata con mille cose in sospeso. ... insomma mi hai fatto sognare (...) ma mi hai lasciata a bocca asciutta.
Ecco, un piccolo difetto l'ho trovato: capitoli troppo lunghi! ...ma questo è un mio problema! Troppo lunghi per leggerne due ma troppo corti per uno solo! (io di solito leggo prima di addormentarmi...)
Bel libro davvero! Non posso far altro che complimentarmi...è il genere di libro che vorrei scrivere anch'io ma che per ora lascio da una parte perchè non mi sento in grado di scrivere.
A te che riesci a farlo in maniera fantastica dico scrivi scrivi e scrivi ancora perchè hai un dono e non va sprecato! Scrivi perchè sono sicura che siamo in tanti a voler sapere come va avanti la storia. Scrivi perchè si riesce a percepire tra le righe del tuo libro che ti piace farlo! Scrivi perchè ti riesce bene! Scrivi per te, scrivi per noi, scrivi per Alice, Luca, Lara, Stefano, Paolo...
Rinnovo i complimenti per l'ultima volta se no divento troppo smielosa.... :)
 Daniela

"Volevo solo dirti che il tuo libro mi piace un sacco. L'ho quasi  finito ed è scritto veramente bene. Divertente e scorrevole. Non vedo l'ora di finirlo... Brava, brava, brava!"
Lisa
"Una giornata massacrante si compensa con un libro esilarante. Adoro il tuo libro!"
CosmoGirl

"Quando sono stato in England... mi sono addormentato in aereo e mia madre mi ha fregato il libro che stavo leggendo (il tuo)... le è piaciuto moltissimo! E non vede l'ora che lo finisca io"
Johnny Ten
"Ho appena terminato di leggere il tuo libro e sono in un turbinio di emozioni...mi sembra di vedere Alice qui che cammina per la stanza! Mi ha affascinato, travolto ed emozionato e mi sono maledetta perchè non ho il tuo numero di telefono, avrei voluto chiamarti e dirti quanto il tuo lavoro sia fantastico, quanto ti ammiro e quanto davvero non so come diavolo si faccia a scrivere un libro tanto bello!
Mentre lo leggevo me lo immaginavo tranquillamente proiettato su uno schermo. E poi il tuo modo di scrivere ironico e mai scontato mi faceva sorridere a ogni passaggio.
Complimenti, complimenti di cuore! Non sai quanto di ammiri, hai un talento cara la mia Taccodieci, è innegabile!"
CosmoGirl


"Ieri sera, invece, io ho terminato di leggere il tuo splendido romanzo.
Non so veramente come dirti fino in fondo quanto io l'abbia trovato eccezionale.
Potrai pensare che io stia esagerando, ma... non è affatto così.
Amo moltissimo leggere, perciò... da tempo so interpretare i "segnali" che mi fanno capire se una lettura la trovo buona oppure no. Nulla di pretenzioso, nessun giudizio di chissà quale genere. Semplicemente, gusto personale.
Così, nell'immergermi nel mondo di Alice, ho ritrovato la voglia di voltare pagina il più in fretta possibile (cosa che ultimamente, mi dispiace constatarlo, mi è successa di rado... sì! ho preso qualche "fregatura", sulla scia di recensioni ottime; che poi non mi son ritrovata a condividere. pazienza!), mi sono ritrovata a pensarci quando non l'avevo a portata di lettura... ho concluso con: speriamo che ci facciano un film!
Sarebbe a dir poco meraviglioso, vedere le peripezie di quella ragazza speciale sul grande schermo :-)))
E, forse inutile specificalo, non vedo l'ora che venga pubblicato il seguito. Ti rinnovo tutti i miei migliori auguri per questa carriera da scrittrice... anzi, da Scrittrice."
Elisa

"Allora, ho ufficialmente finito di leggere il tuo romanzo: due giorni netti per finirlo. Non avessi avuto l’ultimo di Glen Cooper (che se non hai ancora letto ti consiglio) da finire, l’avrei iniziato pure prima! 
Ora, non so quanto facciano testo le opinioni di un uomo che legge una libro da donne, scritto da una donna per altre donne, ma io te le do lo stesso …
Prima di tutto ti devo dire che è scritto da Dio: scorre bene ed è frizzante come l’acqua Guizza. Alcuni paragoni mi hanno “flashato” (come scrivo giovane …) in generale hai uno stile bello definito che mi piace.
I personaggi sono caratterizzati in modo azzeccatissimo, anche quelli di contorno, e in generale tengono la scena in modo magistrale. Giusto Luca il perfettiSSimo non mi è piaciuto troppo, ma forse è perché non mi piace il nome Luca. Che ne dici di Umberto? 
Poi bella anche la storia: non è il mio genere (l’ho già detto che sembra un libro da donna?) ma è andata via liscia come l’olio.
Insomma, promossa.
Un unico appunto: ma una donna pensa davvero tante cose? No, davvero. Mentre leggevo mi sono fermato un secondo a pensare se davvero nell’arco di una giornata vi passano davvero tante cose per la testa. A dire il vero ho pensato il termine paranoie, ma, come dice Strefi: “tu sei un uomo, cosa vuoi capire …”. (Poi fa quello sguardo come quando un cucciolo ti ha appena fatto la pipì sul tappeto, ma non lo puoi picchiare). Lei comunque dice che è così.
Magari è solo “fiction”, ma per una mente maschile, che vede in 12 colori, ha mezza dozzina di bisogni fisici basilari e poi bon, e non vedrebbe un acaro da mezzo chilo sul divano, leggere tanti pensieri scaturiti da una semplice conversazione, è come affacciarsi su un abisso ed avere le vertigini!"
Michele

"Ho letto il tuo libro in pochissimo e mi hai regalato ore di spensieratezza (in un momento davvero no, tra l'altro).
Che fossi speciale me ne ero accorta già dal blog e dal bellissimo gesto che hai fatto per me, per rendermi conto che fossi anche una scrittrice talentuosa mi ci sono voluti solo due righi.
Dato che il mio sogno nel cassetto (impolverato) è diventare una scrittrice (e invece sono ingegnere, ci sono vicina eh?!?), sono molto critica con gli stili di scrittura e se non mi va giù il modo di scrivere di qualcuno quel qualcuno può essere anche Dante ma il libro non riesco a leggerlo. Invece tu sei riuscita addirittura a farmi apprezzare l'uso del presente (che di solito non preferisco ma che stavolta ho trovato davvero appropriato), con il tuo stile svelto, fresco, ma realistico. Ho avuto modo di leggere diversi libri del genere, come quelli della Kinsella ad esempio, e "Le bugie..." non ha davvero niente da invidiare ai cugini stranieri! Ci si affeziona facilmente ai personaggi, la trama è ricca di colpi di scena ma non delude il lettore portandolo troppo lontano da quello che si aspetta succederà.
Insomma, bello bello bello!!!
Comunque devo farti i complimenti, perchè mi ha preso e divertito tantissimo e mi ha dato anche alcuni importanti spunti di riflessione :) E ovviamente non vedo l'ora di leggere il seguito e spero tanto di rimanere in contatto con te, che sei una donna straordinaria!"
Claudia

"Ho letto il tuo libro scaricato dall'appstore su iPad. Volevo farti i complimenti, quello che mi ha fatto subito simpatia è stata la Speedtriple :) anche noi ne abbiamo una (che amiamo così tanto che in inverno sta in sala per non prendere freddo). E poi ho continuato a leggere e mi è piaciuto davvero. Poi ho letto tutto il tuo blog, io non ho un blog e quindi ti scrivo da facebook per dirti che ormai sei diventata un'amica, sei spontanea e vera, divertente e interessante. E ora aspetto il secondo che leggerò :)"
Mara
"Mi piace pensare che i libri vengano da me, che non debba essere io a cercarli... e così spesso mi trovo a leggere opere di scrittori in erba al loro primo romanzo scovati su qualche blog o social network...
Devo ammettere che sono una lettrice "severa", mi piace che ciò che ho tra le mani prenda il sopravvento sui miei pensieri e mi catapulti in un altro mondo, possibilmente in poche righe. Tra i libri "scovati su internet" che dicevo prima non mi era ancora mai successo, se posso essere sincera.
E poi era da tanto tempo, dai libri della Weiner, che un libro per ragazze non mi prendeva così tanto.. la Kinsella non mi piace come scrive ad esempio (chissà se sono l'unica a pensarlo..).. ma Elisabetta sì, cavolo, se mi piace!
Ironica, scoppiettante, trascinante, sia nella scrittura, che nella trama.. È importante lasciar sempre trasparire che anche se le persone intorno tendono a ingrigirti con i loro comportamenti, le loro scorrettezze e la loro pesantezza... la vera risorsa inesauribile è dentro di te, e nessuno potrà mai togliertela!
Il destino è un giocatore beffardo, ma questo libro ci dice che possiamo batterlo sul campo, con le persone che ci vogliono bene di fianco, basta lasciarle avvicinare!
Brava Elisabetta! Non vedo l'ora di leggere il seguito (il primo è finito troppo in fretta!! :D)"
Erica